Apple

Coronavirus e Face ID: iOS 13.5 faciliterà lo sblocco dell’iPhone

L’ultima versione beta di iOS 13.5 rilasciata da Apple agli sviluppatori tenta di risolvere uno dei problemi legati al Face ID. La tecnologia di riconoscimento del volto di cui sono dotati gli iPhone ha difficoltà a riconoscere i volti dei proprietari quando viene utilizzata una mascherina di protezione, necessaria in questo periodo di pandemia. Ciò provoca ritardi nello sblocco del dispositivo. Con il prossimo aggiornamento, Apple eliminerà quanto più possibile questo ritardo.

Attualmente, infatti, con il Face ID attivo, l’iPhone tenta di riconoscere il volto prima di far apparire – in caso di mancata corrispondenza – la schermata in cui inserire il codice di sblocco provocando appunto dei ritardi. Per ovviare a questo problema, iOS 13.5 farà immediatamente apparire la schermata in cui inserire la password assieme al Face ID per velocizzare il processo di sblocco del dispositivo.

Inoltre, sarà possibile validare gli acquisti in app tramite password dove precedentemente era richiesto la verifica tramite Face ID. Come già detto, si tratta di una versione ancora beta. Per questo, attualmente non è disponibile sugli iPhone in vostro possesso. Le novità comunque dovrebbero essere introdotte a breve con il rilascio pubblico di iOS 13.5.

Ricordiamo infine che la nuova versione contiene le nuove API per la tecnologia di tracciamento dei contatti da Coronavirus, che potranno essere utilizzate dai vari governi per lo sviluppo delle applicazioni nazionali di contact tracing. Anche l’Italia ha deciso di seguire l’approccio proposto da Apple e Google, come abbiamo approfondito in un articolo dedicato raggiungibile a questo link.

Il nuovo iPhone SE 2020 è prenotabile su Amazon a partire da 499 euro. Lo trovate a questo link.