Android

Costa più uno Storm di un iPhone

Produrre il Blackberry Storm costa più che produrre l'Phone, secondo un analisi di iSuppli: 202.89 dollari, contro i 174.33 dell'iPhone da 8 GB.

RIM, in particolare con lo Storm, sta cercando di intaccare il mercato iPhone, che in pochissimo tempo ha raggiunto più di 20 milioni di unità vendute. L'azienda, fino ad oggi, ha trovato il suo sbocco nel pubblico professionale, mentre il mercato mainstream le è sempre stato piuttosto alieno.

Per attirare il resto del pubblico, RIM ha aggiunto allo Storm, ma anche al Pearl e al Curve, funzionalità multimediali tipiche di telefoni più commerciali, ma il predominio di Apple non sembra risentirne.

Le ragioni del costo maggiore sarebbero da cercare proprio nelle funzionalità aggiuntive, e nei componenti più costosi: reti CDMA, EVDO, GSM e HSDPA sono necessarie per soddisfare i requisiti di tutti gli operatori partner, quindi è servito un processore costoso. Il prodotto Apple, invece, se la cava con GSM e HSDPA.

Un altro elemento costoso è rappresentato dallo schermo "cliccabile", prodotto da Synaptics. Nonostante tutto, però, manca la connettività WiFi.

Lo Storm ha ricevuto critiche negative, ma ciò nonostante è stato possibile vendere circa un milione di unità, negli Stati Uniti, in circa due mesi. Un risultato di tutto rispetto, anche se il primo in classifica è ancora irraggiungibile.