Android

Facebookfonino in sviluppo: vero o falso?

Uno smartphone targato Facebook? Secondo Micheal Arrington di TechCrunch, il social network più popolare al mondo starebbe lavorando a un proprio smartphone, o meglio a un sistema operativo da integrare su hardware prodotto da terze parti. Anche Cnet ha confermato, sottolineando che il progetto è ancora in fase embrionale e non è ancora chiaro come evolverà.

Stando a quanto riportato da TechCrunch, sviluppare applicazioni per iPhone e Android non sarebbe più sufficiente per Facebook. Il social network fondato da Mark Zuckerberg vuole entrare nel cuore degli smartphone, nella lista contatti e non solo. “Lo può fare solo se controlla un sistema operativo”, sentenzia TechCrunch.

Al lavoro su questo progetto – di cui all’interno della stessa azienda sarebbero a conoscenza in pochi – ci sarebbero Joe Hewitt e Matthew Papakipos, due degli sviluppatori più quotati di Facebook. Hewitt ha partecipato alla creazione del browser Firefox e in Parakey, un’azienda acquisita dal social network mentre stava lavorando a un sistema operativo online. Papakipos ha guidato il progetto Chrome OS di Google fino a giugno. Poi è passato misteriosamente a Facebook.

TechCrunch non sa quando sarà presentato il prodotto, né altre caratteristiche. Arrington pensa che potrebbe essere “poco costoso” e altamente integrato con il social network. Si vocifera di una partnership con INQ, già autore di uno smartphone social, ma anche questa è una speculazione.

Al quartier generale del social network hanno prontamente smentito la notizia pubblicata da TechCrunch e Cnet. “Facebook non sta realizzando un telefono. Pensiamo che quasi tutte le esperienze sarebbero migliori se fossero sociali, quindi vogliamo integrare questa idea nelle piattaforme e nei sistemi operativi esistenti. Le persone che sono state chiamate in causa stanno lavorando proprio su questi aspetti”, ha dichiarato Jaime Schopflin, portavoce dell’azienda di Zuckerberg, aggiungendo “Ogni volta che lavoriamo a una maggiore integrazione, le persone chiamano questo passo ‘Facebook Phone’ perché suona bene, ma realizzare telefoni è una cosa che noi non facciamo”, ha concluso Jaime Schopflin.

TechCrunch e Cnet sono due testate che hanno contatti radicati nelle aziende e spesso pubblicano con anticipo indiscrezioni su progetti che possono sfociare in prodotti e servizi commerciali. Negli anni abbiamo imparato che colossi multi-miliardari come Google, Apple, Microsoft e Facebook lavorano su decine o centinaia di strade, a volte arrivando sino in fondo o a volte accantonando tutto. Il Facebookfonino rientra proprio in questa categoria: non resta che attendere ulteriori sviluppi.