Apple

FaceTime su Android e Windows: come funziona?

Sembra incredibile, eppure è così: con l’introduzione di iOS 15 e iPadOS 15 nell’ultimo evento Apple, l’azienda di Cupertino ha aperto almeno parzialmente le porte di FaceTime agli utenti Android e Windows. Con l’ultimo aggiornamento di FaceTime è infatti possibile unirsi a una videochiamata da ogni piattaforma per mezzo di un’interfaccia Web, ora in beta.

Non affrettatevi a esultare, tuttavia: questa aggiunta è ben lontana dal raggiungimento di una piena esperienza utente di FaceTime anche su altri sistemi operativi. Apple, che è conosciuta per la tendenza a creare un ecosistema chiuso, non ha ancora d’altronde realizzato il sogno di un accesso ad iMessage anche per gli utenti Android e Windows, ma i progressi fatti con FaceTime fanno ben sperare per il futuro.

WWDC 2021 FaceTime

Come unirsi a una chiamata FaceTime via Web

FaceTime presenta ora un’interfaccia Web accessibile via Android, Windows o ChromeOS. I requisiti tecnici si limitano a una versione aggiornata di Google Chrome o Microsoft Edge: per il momento, infatti, non è possibile utilizzare l’interfaccia di FaceTime con Mozilla Firefox o altri browser).

È necessario ribadire che si tratta di una semplice interfaccia e non di una web app: non è possibile iniziare una chiamata su FaceTime dal browser, solo entrare in una videochiamata già in corso, utilizzando un “invito” sotto forma di link URL.

FaceTime Windows

Allo stesso modo, non è possibile effettuare chiamate FaceTime tra due dispositivi Android o Windows. La presenza di almeno un dispositivo Apple è insomma ancora necessaria. Non sono disponibili filtri è non è possibile ottenere una cronologia delle chiamate: l’interfaccia si limita allo stretto necessario, ossia l’inclusione di un utente nella conversazione.

Nonostante questi limiti, l’interfaccia di FaceTime è molto intuitiva e facile da usare. Una volta ricevuto l’URL della videochiamata si arriverà a una schermata che chiede di inserire un nickname – esatto, non è necessario possedere un AppleID! Una volta uniti alla chiamata, saranno disponibili le funzionalità di base per comunicare su FaceTime: attivare o disattivare camera e audio, scegliere l’input e uscire dalla chiamata.

Come condividere le videochiamate FaceTime con tutti

Come usare FaceTime su Windows

Per poter usare questa funzionalità è necessario avere installato iOS 15 o iPadOS 15 e successivi. All’interno dell’app FaceTime sarà presente l’opzione “Crea link”. Ogni persona che riceverà questo URL, condivisibile via e-mail, chat e così via) potrà entrare nella videochiamata. Una volta che l’utente avrà ricevuto il link, bisognerà ammetterlo all’interno della conversazione.

Una videochiamata con partecipanti provenienti dall’interfaccia Web per chi è connesso da dispositivi Apple non presenterà alcuna differenza. Il link delle chiamate FaceTime non è soggetto a scadenza e potrà essere riutilizzato in futuro.

Volete potenziare il vostro segnale Wi-Fi? Google Nest Wifi è ora in promozione su Amazon.