Android

Factory Reset Protection su Android, 72 ore di blocco se cambi password e poi formatti

La sicurezza non è mai troppa, specie con i nostri smartphone, ma talvolta un eccesso di zelo può portare a spiacevoli episodi. È il caso del Factory Reset Protection, una funzione introdotta su Android Lollipop 5.1 e studiata come sistema di sicurezza in caso di furto dello smartphone.

La logica alla base della funzionalità è la seguente: se viene effettuato un factory reset dopo un cambio della password dell'account Google, il sistema interpreta quest'azione come un tentativo da parte di un utente di precludere l'accesso ai dati dello smartphone da parte di un ladro. In questo modo Google fa scattare un blocco del dispositivo di 72 ore che lo rende inutilizzabile con qualsiasi account.

Sblocco OEM Android 5 1

Purtroppo non è detto che la sequenzialità di queste azioni avvenga sempre a seguito di un furto, perciò, se un utente cambiasse le proprie password e poi decidesse di formattare lo smartphone, si ritroverebbe con un costoso soprammobile per 3 giorni. Inoltre, non c'è altra soluzione che attendere pazientemente il trascorrere di queste ore, per poi poter accedere di nuovo allo smartphone con le vecchie password attraverso tutte le procedure di verifica di Google.

Tuttavia, per disabilitare questa funzione a doppio taglio, c'è comunque un modo: occorre intervenire nelle Opzioni Sviluppatore, abilitare lo sblocco OEM e quindi disfarsi della Factory Reset Protection. Resta comunque un altro limite, ovvero l'assenza di un qualsivoglia avviso da parte di Google, relativo all'attivazione del blocco di 72 ore in caso vengano effettuate le operazioni di cui sopra.

Speriamo in un affinamento della funzione con i prossimi aggiornamenti di Android.

Google Nexus 6 Smartphone, 32 GB, Blu [Italia] Google Nexus 6 Smartphone, 32 GB, Blu [Italia]
LG G4 Smartphone, 32 GB, Nero [Italia] LG G4 Smartphone, 32 GB, Nero [Italia]
HTC M9 Smartphone, 32 GB, Grigio [Italia] HTC M9 Smartphone, 32 GB, Grigio [Italia]