Android

Galaxy Note 20 sarà basato sull’Exynos 990

Il prossimo Galaxy Note 20 standard si mostra nelle sue prime immagini ufficiali con delle linee meno taglienti e una dimensione sensibilmente più grande del suo predecessore.

Le foto provengono dal ben informato Ice Universe, un leaker che mette spesso a segno i suoi punti riguardo le informazioni che uno smartphone poi successivamente includerà.

Galaxy Note 20

L’immagine, che mette a confronto Note 10 e Note 20, ci fa cogliere diversi dettagli tra le due generazioni. In primo luogo, pare proprio che Galaxy Note 20 tornerà ad avere un display piatto, privo di bordi spioventi. Questo dettaglio sarà esclusivo di Galaxy Note 20 Ultra.

Anche la fotocamera frontale, man mano che le generazioni si susseguono, si modifica e su Note 20 occuperà sempre meno spazio. Il foro centrale diventa così ancora più piccolo, un dettaglio estetico senz’altro gradito.

Tornando brevemente al display, ci sono informazioni circa la sua risoluzione, il Full HD+. Non ci sono invece informazioni per un refresh rate avanzato, ergo, il Galaxy Note 20 dovrebbe averlo a 60 Hz classici.

La piattaforma hardware sarà la medesima dei Galaxy S20. Questo perché sempre Ice Universe afferma che l’Exynos 992 di cui si parlava qualche giorno fa, non esisterebbe e si continuerà con l’utilizzo dell’Exynos 990. Un processore, ad oggi, inferiore a Snapdragon 865. Va da se che se così fosse, Note 20 si posizionerebbe su una fascia differente rispetto ai top di gamma.

Galaxy Note 20 e Galaxy Note 20 Ultra verranno svelati il 5 agosto e Samsung sembra non prevedere di raggiungere il record di preordini. Sarà invece importante eguagliare almeno le unità vendute lo scorso anno con la famiglia Note 10.

Sapevate che con il Galaxy Note 10 Lite potete disporre di tutte le più recenti funzioni di S Pen? Lo trovate qui.