Android

Galaxy S9 prende forma, Samsung pronta ad una rivoluzione?

Il Galaxy S9 fa già parlare di sè. Quello che sarà lo smartphone top di gamma Samsung per il 2018 è al centro di indiscrezioni, da parte di fonti più o meno autorevoli. Sembra infatti che l'azienda sudcoreana sia pronta a introdurre diverse novità rispetto all'attuale generazione, nella logica di poter controbattere efficacemente all'impatto che iPhone X avrà sul mercato.

In merito al Galaxy S9 è innanzitutto intervenuto il noto @evleaks. Attraverso il proprio profilo Twitter, Evan Blass ha fatto esplicito riferimento a Project Star, ovvero il progetto messo in piedi da Samsung per sviluppare gli smartphone top di gamma del 2018. L'ennesimo indizio di come i lavori da parte dell'azienda sudcoreana siano già in fase avanzata.

Evan Blass conferma come, anche per il prossimo anno, Samsung proporrà una duplice variante del proprio top di gamma: il Galaxy S9, identificato con la sigla SM-G960 – Star 1, e il Galaxy S9 Plus, indicato invece con il codice SM-G965 – Star 2. Ma non è tutto perchè, all'interno del suo tweet, @evleaks ha usato anche l'espressione "tock".

Si tratta di un'espressione strettamente collegata al mondo dei microprocessori. Un'azienda come Intel infatti, con il ciclo "tick-tock" ha indicato l'evoluzione delle CPU, caratterizzata appunto da una fase "tick" di affinamento della tecnologia precedente, e da una fase "tock" che invece consente di avere accesso ad una nuova microarchitettura.

Galaxy S9

Sembrerebbe dunque che, in merito al processore, Samsung stia preparando novità importanti per il Galaxy S9. In tal senso, inevitabile fare riferimento alle CPU con processo produttivo a 7nm, che rappresenteranno il tratto distintivo degli smartphone di fascia alta per il prossimo anno, consentendo un salto di qualità soprattutto in relazione alla gestione energetica.

Non solo, ma si parla anche dell'implementazione delle reti neurali nel Galaxy S9, al fine di poter sfruttare l'intelligenza aritificiale, come del resto già visto in iPhone X e Mate 10 Pro. Un qualcosa peraltro confermato anche da indiscrezioni che proverebbero da fonti vicine all'azienda sudcoreana, secondo le quali l'interfaccia dei prossimi top di gamma Samsung si chiamerà Galaxy AI UX (nome emerso anche alla presentazione di Bixby Voice in Cina).

Galaxy S9

Un chiaro riferimento dunque all'intelligenza artificiale, settore nel quale, tra l'altro, Samsung ha operato importanti investimenti negli ultimi mesi: dall'acquisizione della startup cinese DeePhi Technella, ai 30 milioni di dollari immessi nella società grafica Graphcore, entrambe realtà attive in questo particolare settore. 

Difficile, almeno allo stato attuale, capire quali potrebbero essere le applicazioni dell'intelligenza artificiale nell'esperienza utente del Galaxy S9. Non è escluso che, una delle tante, possa essere il riconoscimento facciale, che sembra sempre più destinato a diventare il principale sistema di sblocco degli smartphone in ottica futura.

Galaxy S9
La cover per il Galaxy S9 realizzata da Ghostek

In tutto questo, è anche apparsa in rete un'immagine che ritrae quella che dovrebbe essere una cover rugged per il Galaxy S9,  realizzata da Ghostek. In questa fotografia è possibile scorgere la fotocamera posteriore disposta in verticale, con subito sotto il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali (più facilmente raggiungibile in questa posizione). La parte frontale sembrerebbe invece molto simile a quella del Galaxy S8, ma si tratta comunque di informazioni tutte da confermare.

In ogni caso, la sensazione è che Samsung sia pronta a spingere ulteriormente sull'acceleratore per il prossimo anno, nella logica di poter controbattere efficacemente ad iPhone X. Del resto, per il nuovo top di gamma Apple sono previste vendire record, e l'azienda sudcoreana è evidentemente pronta a difendere la propria leadership nel mercato smartphone.


Tom's Consiglia

Il Galaxy Note 8 è attualmente in offerta su Amazon, con uno sconto di 150 euro rispetto al prezzo di listino.