Tom's Hardware Italia
Android

Gioca a Pokémon Go in una chiesa, rischia 5 anni di carcere

È successo in Russia, dove un blogger ha pubblicato un video che lo vede intento a giocare al titolo Niantic all'interno di una chiesa.

Ruslan Sokolovski, blogger russo appartenente all'enorme schiera di utenti che giocano al fenomeno Pokémon Go, rischia una pena che potrebbe arrivare fino a cinque anni di reclusione. Il motivo? Un video, pubblicato dal blogger sul proprio canale YouTube, che lo ritrae intento a catturare Pokémon all'interno della Cattedrale di Yekaterinberg.

Il filmato, che potete trovare di seguito, ha scatenato un vero e proprio putiferio generato in primis dall'utenza di YouTube e giunto fino alle forze dell'ordine. Ora Ruslan è detenuto, al momento, in carcere per i prossimi due mesi in attesa del processo per "incitamento all'odio" che potrebbe costargli cinque anni di galera.

Va detto che le autorità russe si erano espresse già qualche tempo fa in proposito, affermando come l'utilizzo di Pokémon Go in determinati frangenti costituisca reato: la condanna per il ventiduenne blogger sembra dunque scontata.

Non ci resta dunque che invitarvi a continuare a seguirci per ulteriori notizie e curiosità riguardanti Pokémon Go. Se non l'avete ancora fatto, vi consigliamo inoltre di dare un'occhiata alla nostra guida e alla nostra recensione. La parola passa ora a voi giocatori: come giudicate la posizione delle autorità russe? Si può davvero arrivare a parlare di blasfemia?