Tom's Hardware Italia
Android

Google Assistant: in arrivo Face Match per la personalizzazione dei comandi

Il codice dell'ultima versione Beta dell'app Google mostra alcuni riferimenti a una funzione Face Match, che sfrutta il riconoscimento del volto per offrire agli utenti un'esperienza personalizzata di Google Assistant.

Google sperimenta sempre più a fondo la tecnologia del riconoscimento facciale. L’ultima versione beta dell’app Assistant per Android include alcuni riferimenti a una funzionalità denominata Face Match, che si porrebbe come alternativa alla corrispondenza vocale per l’assistente del colosso di Mountain View.

Face Match eseguirà la scansione del volto per fornire agli utenti risultati personalizzati sfruttando – appunto – Google Assistant. I comandi potranno essere impostati – ovviamente – sui dispositivi dotati di fotocamera frontale. Nonostante non ci sia una descrizione dettagliata di ciò che sarà possibile fare o di come possa avvenire la configurazione, dal codice si evince la possibilità di poter aggiungere più volti a uno stesso dispositivo e di utilizzare lo stesso volto per più terminali.

La nuova feature – il cui nome in codice è Avocado – era già apparsa lo scorso aprile ma non ha ancora fatto il suo debutto in una versione stabile. Trattandosi di una beta, non sappiamo quando Face Match sarà a disposizione degli utenti. Probabilmente, farà parte della prossima major release Android Q. Per il momento, però, sono solo supposizioni.

Tuttavia, la nuova opzione – quando sarà integrata – risulterà particolarmente utile per quegli utenti che, per vari motivi, si vedono costretti a rinunciare a un’esperienza personalizzata non potendo utilizzare il Voice Match. Insomma, tra dark mode, supporto nativo per gli smartphone pieghevoli e Face Match, la prossima versione del robottino verde potrebbe riservarci un sacco di sorprese.

Pixel 3 e Pixel 3XL sono disponibili sul sito ufficiale a partire da 899 euro. Li trovate a questo link.