Windows

Google e il mancato supporto a Windows Phone: petizione

Una petizione per indurre Google a supportare Windows Phone. La trovate qui e segue la presa di posizione di Google delle scorse settimane, attraverso la quale il colosso di Mountain View ha fatto sapere che non offrirà più servizi Exchange Active Sync (EAS) per la sincronia dei dati sui telefoni cellulari, e che almeno per il momento non intende impegnarsi sulle due piattaforme di Microsoft, Windows Phone (appunto) e Windows 8.

Sono molti gli utenti Microsoft che usano i servizi di Google, soprattutto Gmail, ma a quanto pare non a sufficienza per indurre Big G a un impegno importante e costante. Qualche applicazione c'è, ma si limita alla ricerca e poco altro. Un maggiore supporto migliorerebbe l'esperienza dei consumatori e chissà, forse è proprio questo che Google non vuole. D'altronde Microsoft è una concorrente. Lasciamo però da parte speculazioni e insinuazioni, e passiamo al cuore della petizione.

Un breve appello fa notare che i consumatori esercitano il diritto di scelta e per questo usano una moltitudine di prodotti. Spesso quegli utenti pagano per avere i servizi di Google e se la casa di Mountain View si rifiuta di offrire supporto ai consumatori "si tratta di una discriminazione".

"Non si può negare che Windows Phone sia una piattaforma promettente, ma i fornitori di applicazioni come Google mantengono le loro applicazioni vincolate ad Android o iOS e questo non aiuta i consumatori. La rivalità è tra i produttori, e i consumatori non dovrebbero essere trascinati nella lotta. […] Google farà un ottimo servizio ai propri utenti e consumatori, offrendo alcuni prodotti presenti su piattaforme rivali come Google Apps, Drive, Google+ e Google Talk". E noi ci metteremmo almeno anche Maps.

Difficilmente qualche utente Windows Phone sarà in disaccordo, quindi non vi resta che firmare la petizione e attendere un'eventuale risposta da parte di Google. Nel frattempo il team di Windows Phone a tirato le somme dell'anno in corso, definendo il 2012 come l'anno più importante per la piattaforma dal debutto di due anni fa. "Di media gli utenti Windows Phone hanno scaricato 54 applicazioni ciascuno", si legge sul blog dedicato alla piattaforma.

Microsoft ha certificato e pubblicato oltre 75 mila applicazioni e giochi durante l'anno e approvato 300 mila aggiornamenti. In totale il numero di app sullo store dovrebbe aggirarsi intorno a 150 mila unità, anche se la casa di Redmond non ha pubblicato un dato preciso.

###old1968###old

Windows Phone 8 è arrivato sul mercato da poco e la maggioranza degli sviluppatori sta ancora lavorando a nuove applicazioni o sviluppando update per quelle esistenti, tuttavia Microsoft sottolinea di "aver già visto un aumento nel fatturato per gli sviluppatori mese su mese, fino al 40% nei 30 giorni dalla distribuzione dell'SDK".

Le vendite iniziano a crescere, anche perché Microsoft ha aumentato il numero di paesi in cui sono presenti i terminali Windows Phone, con 191 mercati in cui trovano spazio i prodotti Windows Phone 8, a differenza dei 35 di inizio 2012.

Numeri interessanti, ma sicuramente inferiori alle piattaforme principali Android e iOS. Windows Phone 8 è tuttavia da vedersi come un nuovo inizio, dopo l'andamento non certo esaltante di Windows Phone 7 e il suo sostanziale abbandono, sebbene sia in arrivo il "contentino" Windows Phone 7.8. Non resta perciò che attendere i dati di vendita dei primi prodotti WP8, che sicuramente trapeleranno dalle prossime trimestrali di Nokia e HTC.