Tom's Hardware Italia
Android

Google Fuchsia, l’erede di Android si avvicina: ecco il supporto allo Snapdragon 835

Il codice di Google Fuchsia suggerisce il supporto allo Snapdragon 835. Probabile che il nuovo sistema operativo sia in test sui Pixel 2 XL.

Lo sviluppo di Google Fuchsia prosegue a passi spediti. A più riprese vi abbiamo parlato di questo nuovo sistema operativo in cantiere dalle parti di Mountain View, che sembra destinato a mandare in pensione Android nel lungo periodo. Nella giornata di oggi, attraverso il codice del progetto, è emerso un nuovo importante dettaglio: il supporto al processore Snapdragon 835.

In particolare, il codice fa riferimento a un dispositivo con il SoC Qualcomm in questione e 4 Gigabyte di RAM. Nonostante Hiroshi Lockheimer, vicepresidente Android, abbia chiarito al recente Google I/O come Fuchsia OS non sia necessariamente un sistema operativo per smartphone, il pensiero corre inevitabilmente al Pixel 2 XL.

Quest’ultimo è infatti equipaggiato con Snapdragon 835 e 4 Gigabyte di RAM. In più, trattandosi di uno degli smartphone Google, potrebbe essere stato scelto per la fase di test del nuovo sistema operativo. Senza contare come il supporto a questo processore possa rappresentare un primo passo per allargare la compatibilità anche a SoC più recenti, come Snapdragon 845 e 855.

Insomma, Fuchsia OS è sempre più vicino. Attraverso questo sistema operativo, Google dovrebbe finalmente portare a compimento la tanto agognata unione tra esperienza desktop e mobile. Una direzione intrapresa in parte anche dalla stessa Apple con iOS 13, con particolare riferimento a iPadOS.

La sensazione è che, chi riuscirà a guadagnare la leadership tecnologia in questo approccio, potrà mettere le mani sul mercato mobile del futuro. Staremo a vedere cosa accadrà nei prossimi mesi, chissà che il Mobile World Congress 2020 possa essere l’occasione giusta per il lancio ufficiale di Fuchsia OS.

Il top di gamma Samsung Galaxy S10+ è disponibile in sconto su Amazon. Lo trovate a questo link.