Android

Google Pixel 6 Pro vs Samsung Galaxy S21 Ultra, la sfida per il migliore è adesso

Sfida ai vertici. Dopo aver messo a confronto i modelli base Google Pixel 6 e Samsung Galaxy S21, oggi è il turno di valutare le differenze, funzionali ed estetiche, fra le due proposte premium delle rispettive aziende. Samsung Galaxy S21 Ultra, da molti riconosciuto come il migliore Android nel 2021, saprò reggere la sfida con il nuovo arrivato Google Pixel 6 Pro?

Foto generiche

Due smartphone importanti

Guardandoli frontalmente, a prima vista in molti potrebbero fare fatica a distinguerli. Google ha optato per un pannello prodotto da Samsung che come il top di gamma della casa coreana ha un foro anteriore centrale e bordi curvi sui lati del display.

Google Pixel 6 e 6 Pro

Al posteriore, come invece sempre più sovente accade, è dove gli smartphone iniziano a differenziarsi in maniera netta e importante, con la nuova camera-bar di Google contenente appunto le lenti fotografiche, a diventare da sola elemento funzionale e distintivo in termini di design.

La nuova linea di Samsung introdotta invece proprio con S21 Ultra, che pare però essere già messa in archivio stando ai rumor riguardanti il prossimo modello in uscita, mette sempre al centro il comparto fotocamere, con una scelta stilistica che prevede un isola laterale rialzata e in rilievo.

Galaxy S21 Ultra

Che vi piaccia più la doppia cromia posteriore dei Pixel, oppure questa isola di Samsung più elegante e meno appariscente, preparatevi in caso a portarvi appresso un peso non irrisorio, frutto di scelte a livello di materiali sicuramente premium, ma che prestano il fianco a “problemi” come portabilità e usabilità a una mano.

Dispositivo Dimensioni Peso Display
Samsung Galaxy S21 Ultra 165,1 x 75,6 x 8,9 mm 227g 6,8″ Dynamic AMOLED 2X 1-120Hz, 1440 x 3200 pixel con Gorilla Glass Victus
Google Pixel 6 Pro 163,9 x 75,8 x 8,9 mm 210g 6,67” QHD+ LTPO 10-120Hz Smooth Display, 1440 x 3120 pixel con Gorilla Glass Victus

Cosa chiedere di più alle fotocamere?

Samsung e Google, seppur con approcci diversi, si sfidano da anni nel segmento multimediale, con comparti fotografici inseriti all’interno dei propri smartphone in grado di catturare immagini di primo livello.

S21 Ultra ha certamente rappresentato il punto più alto dell’azienda sud-coreana, con un livello di ottimizzazione hardware-software in grado di offrire un pacchetto completo grazie anche ad un approccio multi-sensore/lente quasi senza compromessi.

Anche Google, che quest’anno per la prima volta nella storia del brand Pixel rivoluziona il comparto fotocamere, punta tutto sulla presenza di più lenti andando in parte a sconfessare la propria linea guida adottata fin qui, riconoscendo l’importanza e la correttezza delle scelte della concorrenza.

Dispositivo Fotocamere Principali Fotocamera Anteriore
Samsung Galaxy S21 Ultra 108MP f/1.8 + 10MP f/4.9 + 10MP f/2.4 + 12MP f/2.2, Zoom ottico 10X, Space Zoom 50X, OIS 40MP f/2.2
Google Pixel 6 50MP Samsung GN1, f/1.8, Dual Pixel/Split Pixel Technology
48MP Sony IMX586, f/3.5 zoom ottico 4x, 20x SuperRes Zoom, 12MP Sony IMX386, f/2.2, FOV 120°
11,1MP Sony IMX663 f/2.2

Potenza da vendere

Premium nella costruzione, professionali nei comparti multimediali, ma non solo. Anche in termini di potenza, dove per la prima volta le due aziende si sfidano entrambe con un processore proprietario,  Samsung galaxy S21 Ultra e Google Pixel 6 Pro si dimostrano dei veri e propri Flagship con la “F” maiuscola.

Samsung Exynos 2100
Foto generiche

In attesa di poter provare sul campo le prestazioni del chip Made by Google, i primi benchmark sembrano promettere molto bene, la sfida non si deciderà però pensando alla velocità e fluidità nell’uso quotidiano, dove entrambi sapranno certamente soddisfare anche i palati più esigenti.

I temi di efficienza, così come di capacità computazionali di machine learning e AI, saranno in grado di segnare nei prossimi mesi la lotta in ambito processori, con Google che sembra partire avvantaggiata, grazie a un approccio incentrato proprio su questi argomenti, da mischiare in maniera sapiente attraverso una gestione harware-software ora pienamente proprietaria.

Google Tensor + Pixel 6 e 6 Pro

Ricordiamo che il chip Tensor, nonostante sia stato progettato da Google, dovrebbe essere stato realizzato proprio grazie all’esperienza di Samsung nel mondo dei semiconduttori.

Dispositivo Processore Memoria Batteria
Samsung Galaxy S21 Ultra Exynos 2100, 1x Cortex-X1 2,9GHz + 3x Cortex-A78 2,8GHz + 4x Cortex-A55 2,2GHz fino a 16GB di RAM – fino a 512GB di memoria interna 5000mAh
Google Pixel 6 Pro Tensor, 2x Cortex A78 a 2,8GHz + 2x Cortex A76 a 2,25GHz + 4x Cortex A55 a 1,8GHz 12GB di RAM – fino a 512GB di memoria interna (fino a 256GB in Italia) 5000mAh

Due software diversi ma sempre più convergenti

I tempi dei Nexus sono ormai passati, con buona pace di chi amava l’interfaccia completamene pulita incentrata solo sulla fluidità estrema. Ora anche Google ha infatti compreso l’importanza di offrire all’utente opzioni di personalizzazione estetica e funzionale nei propri smartphone, entrando in un campo nel quale Samsung ormai regna quasi incontrastata all’interno del panorama Android.

Pixel 6 vs iPhone 13

Material You e One UI rappresentano i due approcci di personalizzazione al mondo Android, in cui Google è chiamata a recuperare certamente terreno rispetto all’azienda sud coreana, che da anni si è posta l’obiettivo di offrire ai propri utenti un ecosistema software in grado di abbracciare servizi più disparati, in modo da coprire ogni eventuale esigenza dei propri clienti.

One UI 4

Una discrimine potrebbe però essere, oltre alle interfacce proprietarie, la capacità delle due aziende di estendere le funzionalità hardware-software dei propri smartphone, grazie ad accessori in grado d’interfacciarsi con essi. Anche in questo ambito Samsung parte in vantaggio, con un panorama di accessori vasto e ampio, settore nel quale Google deve ancora dire pienamente la sua.

Prezzi e disponibilità

Google Pixel 6 Pro sarà disponibile, anche nel nostro Paese, a un prezzo di listino di partenza per la versione da 128GB di 899 euro, con commercializzazione nei mercati primari già avviata. Samsung Galaxy S21 Ultra, essendo già sul mercato da diversi mesi, ha invece ormai dimenticato il suo listino ufficiale di oltre 1000 euro, con un prezzo street price attuale che lo vede in competizione diretta proprio con lo smartphone realizzato da Google.

Stando a questa nostra disamina hardware software, e alle vostre preferenze personali, quale sarà secondo voi lo smartphone migliore?

Samsung Galaxy S21 Ultra è ora in offerta su Amazon.it, acquistalo ora!