Tom's Hardware Italia
Android

Honor View 20, ecco come utilizzare il sensore a infrarossi

Honor View 20 può essere utilizzato come un vero e proprio telecomando grazie alla presenza di un sensore a infrarossi e di un'apposita applicazione sviluppata dall'azienda cinese.

La continua riduzione delle cornici e, conseguentemente, delle dimensioni in ambito smartphone sta spingendo i produttori a eliminare progressivamente alcuni componenti. Recentemente a farne le spese è stato soprattutto il jack audio da 3.5 mm, essendoci la possibilità di sfruttarne le medesime funzionalità attraverso la porta USB-C mediante l’utilizzo di un adattatore. Discorso analogo per quanto riguarda il sensore a infrarossi, che ha avuto larga diffusione a cavallo tra il 2013 e il 2015, salvo poi iniziare a scomparire, senza però poter continuare a sfruttarne le capacità. Sono pochissimi ormai i dispositivi che lo integrano, e tra questi c’è Honor View 20.

Il nuovo smartphone top di gamma dell’azienda cinese, di cui vi abbiamo ampiamente parlato nella nostra recensione, presenta il sensore a infrarossi sul bordo superiore, proprio accanto al jack audio da 3.5 mm. Honor ha sviluppato un’apposita applicazione – denominata “telecomando” – che consente di sfruttare appieno questa componente, trasformando il View 20 in un vero e proprio telecomando per tutta una serie di dispositivi: dal televisore al condizionatore, dai box-tv alle fotocamere, passando per gli STB di rete e i lettori DVD, fino ad arrivare ai proiettori.

Insomma, tutto ciò che è controllabile mediante gli infrarossi, può interfacciarsi con gli smartphone dotati di questo sensore. Come vedremo, si tratta di una grande comodità, spesso sottovalutata anche dagli stessi produttori, ma che potrebbe risultare decisiva anche in fase d’acquisto. Pensate infatti alla quantità di dispositivi elettronici presenti ormai in casa, magari ognuno con un proprio telecomando, con tutta la scomodità che questo comporta. Avere la possibilità di controllare tutto da un unico prodotto può davvero fare la differenza.

Utilizzare Honor View 20 come telecomando

La procedura per sfruttare il sensore a infrarossi al fine di poter comandare a distanza i vari dispositivi (televisore, condizionatore ecc…) è estremamente semplice. Innanzitutto, bisogna recarsi nella cartella “strumenti” presente di default in Honor View 20, all’interno della quale è contenuta l’applicazione “telecomando”. Una volta aperta, ci si ritrova davanti alla schermata che vedete ritratta nel terzo screen sottostante, nella quale viene richiesta la tipologia di dispositivo che si intende controllare a distanza. Supponiamo che sia un televisore.

Una volta selezionata la voce apposita, lo smartphone caricherà in automatico il database di tutti i brand che producono televisori. Selezionate  la marca del vostro modello (nel nostro caso LG), e seguite le istruzioni a schermo. Il primo passaggio che viene richiesto, come potete osservare dagli screen sottostanti, è quello di puntare View 20 verso il televisore, premere sul pulsante “accensione” e verificare che vi sia una risposta del televisore stesso (nel caso sia spento, questo deve accendersi). Se questa risposta non c’è, bisognerà selezionare il pulsante “no” e continuare a provare fino a che si ha esito positivo.

A questo punto vorrà dire che è avvenuta la sincronizzazione tra View 20 e il televisore. È possibile assegnare un nome allo stesso, così da ritrovarlo già impostato tutte le volte che si andrà a riaprire l’applicazione “telecomando”. Eseguite queste operazioni, ci si ritroverà di fronte a un’interfaccia che, di fatto, simula il layout dei classici telecomandi: dal pulsante per regolare il volume del televisore a quello per cambiare canale, dai tasti numerici a quelli menù, fino ad arrivare alla possibilità anche di sfruttare le funzionalità avanzate di questi dispositivi, come la selezione della sorgente (antenna, porta USB ecc…).

Abbiamo testato questa funzionalità con una smart TV di LG, e Honor View 20 è riuscito a controllarne praticamente ogni funzionalità. Peraltro il posizionamento sul bordo superiore del sensore a infrarossi consente davvero di servirsi dello smartphone come fosse un classico telecomando. Basta infatti puntarlo verso il televisore e, attraverso l’applicazione in questione, è possibile controllarlo. Si tratta inoltre di un’app che ha un impatto energetico praticamente nullo, per cui non c’è alcun fenomeno di battery drain o similare.

Peraltro Honor ha messo in piedi un database di prodotti davvero completo. Fondamentalmente l’applicazione “telecomando” va a pescare i codici universali, forniti direttamente dai produttori, che servono appunto per poter controllare i dispositivi tramite il sensore a infrarossi. Abbiamo verificato il funzionamento anche con condizionatori, box-TV, fotocamere, lettori DVD, e quasi sempre l’accoppiamento è avvenuto al primo colpo.

Insomma, si tratta dell’ennesima funzionalità offerta dal View 20. Nonostante si tratti dello smartphone dell’azienda cinese più costoso che sia mai stato realizzato (viene venduto in Italia a 699 euro), continua a essere un dispositivo caratterizzato da un eccellente rapporto qualità/prezzo. Del resto stiamo parlando di un prodotto che integra la medesima piattaforma hardware del Mate 20 Pro (processore Kirin 980 abbinato a 6 Gigabyte di RAM), con quest’ultimo però che è stato posizionato a 1.099 euro. Insomma, una differenza di ben 500 euro, senza però rinunciare a chicche come il sensore a infrarossi.

Honor View 20 è disponibile in Italia a 699,90 euro. Può essere acquistato attraverso lo store online ufficiale dell’azienda nella colorazione Phantom Blue, la medesima che vedete ritratta nelle immagini. Lo trovate a questo link.