Tom's Hardware Italia
Android

HP Slate 7, Jelly Bean a 169 dollari per recuperare terreno

HP ha presentato lo Slate 7. Si tratta di un tablet da 7 pollici con sistema operativo Android Jelly Bean. Lo specifiche sono poco entusiasmanti, ma per prezzo è tra i prodotti meno costosi sul mercato.

HP ha presentato al Mobile World Congress di Barcellona (Spagna) lo Slate 7, un tablet Android Jelly Bean da 7 pollici. Una mossa che giunge a conferma delle voci che circolavano qualche settimana fa, secondo le quali l'azienda era effettivamente pronta a portare sul mercato un prodotto basato sulla piattaforma Nvidia Tegra 4.

La conferma è tuttavia solo parziale, perché lo Slate 7 è sì un tablet Android Jelly Bean, ma è basato su un processore Dual-Core Cortex-A9 con una frequenza da 1,6 GHz. Non si tratta quindi del nuovo prodotto di punta marchiato Nvidia.

HP Slate 7

Una scelta dovuta al fatto che HP ha scelto di entrare nel mercato dei tablet dalla porta posteriore, per così dire. Con un prezzo pari a 169 dollari, infatti, lo Slate 7 si posiziona tra i prodotti più economici sul mercato, e si affianca (per prezzo) a modelli come il Nexus 7 o il Kindle Fire, rispetto ai quali tuttavia offre un prezzo ancora più contenuto.

Disponibile in due colori (rosso e nero), lo Slate 7 non è particolarmente (o per nulla) ricercato, ma non per questo bisogna pensare che sia realizzato male. Tutto intorno c'è una cornice di acciaio che dovrebbe dare alla struttura la giusta rigidità. All'interno, oltre alla piattaforma citata, troviamo poi un gigabyte di RAM, 8 GB per l'archiviazione, slot microSD e una batteria che, ufficialmente, dovrebbe assicurare fino a cinque ore di autonomia. La fotocamera abbinata è da 3 MP.

 

###old2144###old

Anche senza conoscere dettagli sul SoC, è chiaro che in questo tablet non c'è nulla per cui gridare al miracolo, e nemmeno per sollevare un sopracciglio d'interesse. HP ha creato lo Slate 7 per raggiungere i consumatori che vogliono spendere poco, e probabilmente questo nuovo dispositivo vuole essere un (timido) primo passo in un mercato che per HP è del tutto nuovo.

C'è da chiedersi gli sforzi dell'azienda guidata da Meg Whitman saranno sufficienti. Secondo voi?