Android

Ergonomia e software

Pagina 4: Ergonomia e software

Ergonomia e software

Buona parte dell’ergonomia deriva direttamente dall’UI Sense 4. Rivista e alleggerita, è sicuramente da considerare un pregio. Se volete approfondire, leggete la nostra recensione. C’è però una caratteristica di cui non ci siamo occupati in quella recensione, e cioè la fase iniziale di configurazione dello smartphone. Fino ad ora non ne abbiamo sentito l’esigenza, poiché per tutti gli smartphone era più o meno la stessa e pilotata da Android. HTC con Sense 4 fa un passo in più, implementa una procedura più lunga ma che permetterà di avere uno smartphone realmente interconnesso con tutti i servizi oggi disponibili sul web.

HTC One X e S – Clicca per ingrandire

Oltre alla registrazione/log in al servizio HTCSense (in rifacimento), verrete guidati nella creazione di un account da 25 GB a Dropbox, Evernote, Facebook, Exchange, Flickr, Hotmail, Skydrive, Twitter e Watch. Oltre a Dropbox, tutto il resto non è qualcosa di esclusivo, ma non dovrete preoccuparvi di scaricare l’applicazione. Insomma, l’ergonomia è migliorata. A fine configurazione, degli elementi onscreen (in sovrimpressione) vi daranno alcune informazioni per la gestione dell’interfaccia. Inutile per chi ha dimestichezza con Android, molto utile per chi si trova per la prima volta davanti a questo OS.

###old1509###old

Unica pecca di DropBox è che per godere dei 23 GB in regalo (2 GB è l’ammontare base del servizio gratuito) dovrete effettuare alcune azioni (le stesse che a un utente normale permettono di avere in regalo 250 MB), cioè installare il client su uno o più PC/Mac, invitare un amico, caricare un file, etc. Nulla di trascendentale, ma siccome stiamo parlando di ergonomia, sono azioni – antipatiche – di cui avremmo fatto volentieri a meno. Potete godere di questo regalo anche se avete un account già esistente. Questa promozione sarà però valida per due anni, dopodiché, molto probabilmente, dovrete rinunciare o pagare.

###old1508###old

Diamo anche una valutazione delle dimensioni, poiché nonostante lo schermo più grande del One X, le dimensioni fisiche non sono molto distanti da quelle del One S. Quest’ultimo è tuttavia più maneggevole, grazie ai piccoli vantaggi di spessore e peso. Inoltre si controlla molto bene anche con una sola mano, mentre i 4,7 pollici del One X a volte non sono facili da coprire e richiedono entrambe le mani. Lasciando da parte le caratteristiche tecniche di schermo e SoC, il One S è forse quello meglio riuscito se dovessimo considerare unicamente dimensioni, design e layout. In questo giudizio c’è sicuramente una buona dose di soggettività, certo che se il One S avesse integrato lo schermo 720p e la piattaforma Tegra 3 sarebbe stato lui il modello di punta.

I software installati di base sono 7digital (acquisto di musica), Appunti (per organizzare delle attività), navigatore GPS, Editor di film, Friend Stream, Kit strumenti SIM, Polaris Office, TuneIn Radio, SoundHound e un visualizzatore di PDF, oltre ovviamente a quelle integrate di Android.