Android

Huawei: da Kirin a Mediatek, il processo è già in atto

Huawei ha deciso di cambiare in corsa il SoC di alcuni suoi smartphone già annunciati, passando dai proprietari Kirin ai Mediatek.

Smartphone già ufficiali sulla carta che dovevano avere il SoC progettato “in casa” e, probabilmente per le ultime vicende, hanno subito una rapida virata verso Mediatek.

Huawei

Gli smartphone in oggetto sono il Huawei Enjoy 20 Pro, Enjoy 20 ed Enjoy 20 Plus. Il primo è già in vendita in Cina mentre degli altri due se n’è già parlato. In particolare il modello Plus era già stato segnalato dalla società che tra le specifiche gli aveva attribuito un SoC targato Kirin 820.

Ora, un leaker molto preciso ed informato dei fatti Huawei, afferma di aver ricevuto informazioni che l’ingegnerizzazione del prodotto Plus è stata rivista poco prima della commercializzazione per dotarlo di un SoC Mediatek.

Non viene allegata alcuna motivazione ma un recente report sottolineava che con la chiusura dei rubinetti da parte di TSMC, era meglio centellinare i SoC Kirin rimanenti in magazzino per terminali worldwide o, per lo meno, dei brand che vendono di più. Questo rapido passaggio tra Kirin e Mediatek non vuol dire che la società abbia per forza raggiunto un accordo con il chipmaker ma potrebbe essere un primo approccio che poi porterà Mediatek ad esserne il partner ufficiale per il nuovo corso.

Infine, lo smartphone sarà un medio di gamma dotato di un display da 6,63 pollici, tre fotocamere posteriore disposte alla “Mate Style” e una batteria da oltre 4000 mAh ricaricabile in maniera rapida.

Vedremo come si evolveranno le cose ma in questa situazioni in divenire le decisioni in casa Huawei cambiano di giorno in giorno.

Se volete uno degli ultimi smartphone Huawei a supportare le Google Apps, la scelta giusta è il P30 Lite. A poco più di 200 euro, lo trovate qui.