Android

Huawei batte Qualcomm: HiSilicon è la prima nel mercato dei processori per smartphone in Cina

HiSilicon, la società che produce i processori Kirin di Huawei, ha battuto Qualcomm diventando il più grande fornitore di SoC per smartphone in Cina nell’ultimo trimestre. Mentre il colosso di Shenzhen continua ad affrontare nei mercati internazionali le insidie del divieto imposto dagli Stati Uniti, nel mercato di casa gli affari continuano ad andar bene.

Secondo i dati diffusi dalla società di ricerca CINNO Research, HiSilicon ha raggiunto il 43,9% di market share nel primo trimestre del 2020 contro il 32,8% di Qualcomm. Un netto passo in avanti rispetto al trimestre precedente (36,5%) e allo stesso periodo dello scorso anno (24,3%). Nel periodo di riferimento, la società asiatica avrebbe consegnato 22,21 milioni di processori per smartphone.

Fonte: CINNO Research

CINNO non ha rivelato invece i dati relativi a Qualcomm limitandosi a riportare semplicemente le quote di mercato detenute. I risultati messi a segno da HiSilicon sono ancora più interessanti se consideriamo che sono stati raggiunti in piena epidemia COVID-19 quando il mercato degli smartphone – come quasi tutti gli altri settori – ha subito una decrescita, dovuta al calo della domanda e ai relativi ritardi nella produzione.

Inoltre, bisogna sottolineare che i processori Kirin vengono utilizzati solamente dai dispositivi Huawei e non vengono venduti a terzi. I SoC in questione vengono prodotti dalla Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (TSMC), il più grande produttore di semiconduttori al mondo. Gli Stati Uniti però potrebbero presto bloccare anche questo accordo, in quanto TSMC utilizza tecnologie statunitensi. Per questo, pare che Huawei abbia stretto un accordo con Semiconductor Manufacturing International (SMIC), produttore cinese di chip.

Huawei Nova 5T con servizi Google è disponibile all’acquisto su Amazon a un ottimo prezzo: 329 euro. Lo trovate a questo link.