Android

Huawei Mate 40 Pro: spunta la scheda tecnica

La serie Huawei Mate 40 arriverà tra pochi giorni, il 22 ottobre per l’esattezza. Il colosso di Shenzhen ha infatti un programma un evento in cui annuncerà i suoi nuovi top di gamma. C’è una particolare curiosità attorno a questi dispositivi perché potrebbero essere gli ultimi basati su un processore Kirin. Come spesso accade, prima della presentazione di un nuovo prodotto, il portale tedesco Winfuture svela quelle che dovrebbero essere le caratteristiche tecniche. In questo caso di Mate 40 pro.

La nuova creatura della casa cinese, come detto, dovrebbe essere basato sul processore Kirin 9000 realizzato con processo produttivo a 5 nm e prodotto dalla taiwanese TSMC. Secondo quanto riportato dalla fonte, dovrebbe essere un processore octa-core con 4 x Cortex-A55 a 2,04 GHz, 3 x Cortex-A77 a 2,54 GHz e 1 x Cortex-A77 a 3,13 GHz: un’architettura che potrebbe assicurare prestazioni di alto livello. Non mancherà ovviamente il modem 5G per collegarsi alle reti di nuova generazione.

Credit - Roland Quandt/Winfuture

In Europa, arriverebbe nella sola configurazione che prevede 8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna. In patria, invece, dovrebbero essere disponibili altre varianti con la RAM che arriverebbe fino a 12 Gigabyte. Vengono menzionati anche Mate 40 Pro+ e Mate 40 Porsche Edition ma questi potrebbero non debuttare nel Vecchio Continente. Huawei potrebbe infatti decidere di commercializzare un solo modello a causa dell’incertezza del mercato.

Ricordiamo infatti che Mate 40 Pro arriverà con Android in versione AOSP (quindi senza di servizi e le app di Google). Per quanto il colosso cinese stia facendo dei passi avanti con i suoi HMS e portando sempre più app su AppGallery, una parte di utenti considera questa assenza ancora inaccettabile soprattutto quando bisogna spendere cifre importanti.

Torniamo alle caratteristiche tecniche. Ancora una volta, Huawei potrebbe porre particolare attenzione al comparto fotografico. Secondo quanto trapelato, Mate 40 Pro avrà a disposizione un sistema di tre fotocamere. Il sensore principale da 50 MP (f/1.9 + OIS) sarebbe abbinato a un grandangolare da 20 MP (f/1.8) e un teleobiettivo con lente periscopica da 12 MP (f/3.4) che abiliterebbe uno zoom ottico 5X. Il sistema di autofocus dovrebbe migliorarsi grazie a un nuovo sensore destinato proprio alla messa a fuoco. Inoltre, accanto al flash LED dovrebbe trovar posto un sensore per la temperatura del colore per una migliore resa cromatica.

Sulla parte frontale, due fotocamere (13 MP + sensore 3D). Questo sistema potrebbe permettere all’utente di gestire lo smartphone con il semplice gesto delle mani, come le Motion Sense di Google o le Air Gesture di LG. Le fotocamere sarebbero incastonate in un foro di forma ovale su un pannello OLED da 6,76 pollici con risoluzione 2772 x 1344 pixel con bordi molto curvi. Il tutto sarebbe alimentato da una batteria da 4.400 mAh con supporto alla ricarica rapida da 65W.

In Europa, Mate 40 Pro arriverebbe nelle colorazioni Nero e Argento. Come detto, non sono informazioni ufficiali. Ci toccherà pazientare ancora qualche giorno.

MateBook D 14 con AMD Ryzen e 512 GB di storage è disponibile su Amazon tramite questo link.