Android

Huawei Mate Xs è ufficiale: il nuovo smartphone pieghevole in Italia a 2.599 euro

Questa volta ci siamo. Dopo una prima versione che ha affrontato alcune vicissitudini, lo smartphone pieghevole di Huawei è pronto ad arrivare ufficialmente in Italia, con alcune modifiche. L’azienda cinese infatti, nel corso della conferenza stampa in streaming che si sarebbe dovuta tenere a Barcellona (prima della cancellazione del Mobile World Congress), ha annunciato il Mate Xs. Un’evoluzione del modello dello scorso anno, con poche novità estetiche ma importanti modifiche sotto la scocca.

Mate Xs, quando è richiuso, può contare su due display: uno interno da 6,6 pollici caratterizzato da un rapporto di forma in 19.5:9 e risoluzione di 2.480 x 1.148 pixel; uno esterno da 6,38 pollici con aspect ratio in 25:9 e risoluzione di 2.480 x 892 pixel. Nel momento in cui lo smartphone viene letteralmente aperto come fosse un libro, ecco avere a disposizione un unico pannello da ben 8 pollici (2.480 x 2.200), praticamente borderless.

Questo è stato possibile grazie all’integrazione di tutta la componentistica interna nella barra laterale destra, una sorta di parte fissa della scocca che integra anche i moduli fotografici (realizzati in collaborazione con Leica). Il motore del Mate Xs, a differenza del predecessore, è il processore Kirin 990 5G, il medesimo visto a bordo del Mate 30 Pro. C’è dunque il supporto al nuovo standard di rete, con il SoC che è affiancato da 8 Gigabyte di RAM e da 512 Gigabyte di memoria interna.

Quando il Mate Xs è richiuso ha uno spessore di 11 mm che, considerando il particolare form factor, già di per se non è eccessivo. Quando però viene aperto raggiunge uno spessore di appena 5.4 mm: in tal senso, basti pensare come gli iPad Pro di Apple, universalmente riconosciuti come tra i dispositivi mobili più sottili in circolazione, abbiano uno spessore di 5.9 mm. Tutto questo però non ha impedito a Huawei di avere un’occhio di riguardo per l’autonomia, integrando una batteria da ben 4.500 mAh con tanto di ricarica rapida a 55W (85% di carica in 30 minuti).

La parte legata all’autenticazione è invece affidata a un sensore biometrico posizionato sul lato destro del dispositivo, che funge anche da pulsante fisico per l’accensione. La parte software, ovviamente basata su Android 10 personalizzato con la EMUI 10, non può contare sui servizi Google, mancando l’apposita certificazione. Tutto ruota dunque attorno agli HMS (Huawei Mobile Service) e allo store proprietario App Gallery per la distribuzione delle applicazioni.

Ovviamente, l’azienda cinese ha comunque adattato Android per poter sfruttare a dovere il particolare form factor. Ad esempio, quando ci si vorrà scattare un selfie, l’interfaccia fotografica si trasferirà automaticamente sul display esterno, così da poter vedere in tutta comodità ciò che si sta inquadrando anche durante gli autoscatti.

La data di arrivo sul mercato verrà comunicata nei prossimi giorni, ma questa volta non ci saranno ritardi o problemi di sorta. Per portarsi a casa il Mate Xs saranno necessari ben 2.599 euro, una cifra che lo rende lo smartphone pieghevole più costoso del mercato. Un posizionamento certamente coraggioso, considerando anche l’assenza dei servizi Google, ma che certifica l’importanza di questo dispositivo nella strategia Huawei per il 2020.

Huawei Mate Xs specifiche tecniche

  • Display:
    • Aperto: 8 pollici, 2480 x 2200 pixel
    • Chiuso: display principale 6,6 pollici 2480 x 1148 pixel + display secondario da 6,38 pollici 2480 x 892 pixel
  • SoC: Kirin 990 5G
  • RAM: 8GB
  • Memoria interna: 512GB espandibile tramite NM Card
  • Fotocamere: 40 MP  f/1.8 + 16 MP grandangolare f/2.2 + 8 MP teleobiettivo OIS f/2.4 + sensore ToF
  • Connettività: Supporto 5G NR-TDD/NR-FDD, Dual-SIM (5G+4G), Bluetooth 5.0, NFC, porta infrarossi
  • Sistema operativo: Android 10 personalizzato con EMUI 10 (no servizi Google)
  • Batteria: 4.500 mAh con ricarica rapida a 55W