Android

Huawei NM Card, addio alle microSD su smartphone Dual SIM?

Accanto ai nuovi smartphone annunciati ieri, Huawei ha illustrato anche un’altra innovazione: si chiama NM Card o Nano Memory ed è una scheda di memoria dello stesso formato delle Nano SIM, pensata per gli smartphone dual SIM. Si tratta in pratica del sostituto della classica MicroSD rispetto alla quale ha un formato più piccolo del 45%, perfetto per essere ospitato in un secondo slot da quegli utenti che prediligono usare memoria aggiuntiva anziché una seconda SIM.

La Nano Memory dovrebbe vantare capienze fino ad almeno 256 GB, con una velocità di trasferimento dati di 90 MB/s. Allo stato attuale non sappiamo se ci saranno tagli ancora superiori: nella schermata di presentazione era presente una NM Card da 256 GB e quindi presumibilmente questo è anche il taglio massimo realizzabile.

Il limite principale di questo nuovo formato è legato soprattutto alla diffusione. Le NM Card infatti al momento sono supportate esclusivamente da Huawei, sia per quanto riguarda gli smartphone (sono compatibili solo i nuovi Mate 20 e Mate 20 Pro) che di produttori che le realizzano.

Conosciamo però il mercato e sappiamo che l’appoggio di una sola azienda, anche se grande e potente, a una nuova tecnologia, spesso non è sufficiente a farla affermare come standard. Basti pensare ai tanti esempi in Apple o alle Memory Stick introdotte da Sony nel 1998, giusto per restare nell’ambito delle memorie.

L’idea di base comunque è buona, sarà interessante vedere se anche altri produttori decideranno di seguire Huawei su questa strada oppure no, tenendo conto che ormai gli smartphone dual SIM sono sempre più popolari anche in Occidente e non solo in Asia. Nel frattempo aspetteremo per conoscere prezzo e disponibilità di queste nuove memorie.

In attesa che le NM Card rivoluzionino il mercato meglio orientarsi su una micro SD performante e affidabile, come ad esempio questa Samsung da 128 GB, che ha anche uno sconto del 68%.