Android

Huawei P Smart 2021: un campione d’autonomia

Huawei P Smart 2021 è il nuovo smartphone di fascia bassa pronto a conquistare il mercato. Il gigante di Shenzhen lo ha posizionato a 229,90 euro, una cifra che lo rende uno dei migliori prodotti in questa fascia di prezzo. Le caratteristiche tecniche sono ottime, ma a spiccare c’è soprattutto la batteria da 5.000 mAh che riesce ad assicurare un’incredibile autonomia grazie anche all’eccellente ottimizzazione software eseguita da Huawei.

A rendere P Smart 2021 un campione d’autonomia contribuiscono anche i Huawei Mobile Services, di cui ci siamo occupati più volte qui sulle pagine di Tom’s Hardware. L’assenza dei servizi Google, infatti, non può che rivelarsi un vantaggio da questo punto di vista e a beneficiarne è proprio il consumo energetico. Sugli smartphone basati sugli HMS, le attività in background sono talmente limitate da raggiungere un’efficienza energetica incredibile.

P Smart 2021, una batteria inesauribile

Riuscire a scaricare velocemente la batteria di P Smart 2021 è un’impresa impossibile. Lo abbiamo testato in una giornata particolarmente intensa e i risultati ci hanno letteralmente lasciati a bocca aperta. Prima ancora di configurare il dispositivo, lo abbiamo ricaricato per avere la batteria pronta al 100% sin dal primo momento.

La nostra giornata inizia intorno alle 7.30 del mattino, quando cominciamo a configurare P Smart 2021. Accendiamo lo smartphone e – dopo i primi passi preliminari per la configurazione – cominciamo a installare tutte le applicazioni che ci servono. Molte presenti già sullo store proprietario AppGallery, altre scaricabili sotto forma di APK attraverso il motore di ricerca Petal Search (installabile anch’esso dallo store di app del colosso cinese).

Dopodiché, iniziamo le nostre prime attività tra lavoro e svago. Lettura degli articoli, delle mail e dei commenti sotto gli articoli, uno sguardo agli ultimi video pubblicati sul nostro canale YouTube e anche ai nostri profili social Facebook e Instagram. La giornata lavorativa sta per prendere ufficialmente inizio con la riunione con i colleghi in videoconferenza. Riunione su Google Meet gestita senza alcun problema con P Smart 2021 semplicemente accedendo via browser.

Nel corso della mattinata non sono mancate diverse telefonate così come alcune pause in cui ci siamo rilassati un po’ visualizzando alcuni video su YouTube, TikTok e Instagram. Arriviamo così all’ora di pranzo con ancora l’86% di carica residua a fronte di quasi 3 ore di schermo. Potremmo fermarci anche qui, a mezza giornata, per far capire l’incredibile autonomia che offre questo smartphone. Invece, andiamo oltre spingendoci fino a tarda sera.

Il pomeriggio lo dedichiamo maggiormente alla scrittura degli articoli ma lo smartphone non lo abbandoniamo. P Smart 2021 continua infatti a ricevere decine di notifiche dalle app social e da quelle di messaggistica, comprese le mail (i nostri account di posta elettronica sono stati perfettamente sincronizzati sull’app Mail di Huawei).

Nella giornata di test, non ci siamo fatti mancare proprio nulla. Così, concluse le attività lavorative, prendiamo un treno per un viaggio di oltre due ore. Per ingannare l’attesa, guardiamo due puntate di una serie TV su Infinity (presente su AppGallery), di cui abbiamo effettuato il download in precedenza. Tra l’altro, esperienza visiva appagante grazie al display IPS LCD da 6,7 pollici certificato TÜV Rheinland, che non affatica gli occhi. Come ben sappiamo, i cambi di cella classici quando si viaggia mettono a dura prova la batteria degli smartphone. Nonostante tutto, arriviamo a destinazione con poco meno del 50% di carica residua.

Dopo cena, ci godiamo ancora un po’ il nostro P Smart 2021: ancora social, un po’ di navigazione web per informarsi sulle ultime notizie e una partita ad Asphalt 9: Legends. Lo smartphone riesce a gestire tutte queste operazioni senza alcun problema e – soprattutto – gode di un sistema di dissipazione del calore impeccabile. Non si avverte mai del calore attraverso la scocca.

Guardiamo un’ultima puntata di una serie TV prima di andare a letto. La nostra carica si esaurisce, ma non quella di P Smart 2021. A fine giornata, la batteria segna ancora il 31%. Un risultato eccezionale. Le sorprese però non si esauriscono qui. Semmai doveste aver bisogno di maggiore autonomia in maniera rapida, lo smartphone supporta la ricarica rapida SuperCharge a 22,5W che – con soli 10 minuti di ricarica – assicura altre 2 ore di riproduzione video.

P Smart 2021: cosa chiedere di più?

Va certamente fatto un plauso a Huawei per l’eccellente ottimizzazione software che è stata in grado di fare su P Smart 2021. Oltre al vantaggio rappresentato dalla presenza degli HMS a discapito dei tanto energivori Google Mobile Services che abbiamo menzionato in apertura, il merito va anche al performante processore Kirin 710A che richiede poche risorse energetiche pur offrendo delle ottime prestazioni.

Tutto ciò a soli 229,90 euro, una cifra più che adeguata a quanto offerto. Inoltre, chi acquisterà P Smart 2021 entro il 1° novembre riceverà in omaggio un paio di auricolari true wireless FreeBuds 3 dal valore di 139 euro, 3 mesi di Huawei Music VIP Membership, 3 mesi di abbonamento a Huawei Video e 15 GB di spazio extra su Huawei Cloud per 12 mesi. Insomma, un’occasione da non farsi scappare!