Tom's Hardware Italia
Android

Huawei pronta a vendere i modem 5G ad Apple?

Secondo un rapporto di Engadget, Huawei sta considerando di vendere il proprio modem 5G ad Apple per gli iPhone 5G rimpiazzando Intel.

Un’indiscrezione sorprendente quella che sta circolando nelle ultime ore. Secondo un report di Engadget, pare che Huawei stia considerando di vendere la propria tecnologia 5G a società terze. Non ad aziende qualsiasi, ma a uno dei suoi principali rivali: Apple. La società cinese, infatti, sembrerebbe interessata a fornire il suo modem Balong 5000 5G all’azienda di Cupertino, che sta accumulando ritardo proprio nell’ambito del nuovo standard di rete.

Apple dovrebbe rilasciare il suo iPhone 5G non prima del 2020, mentre Huawei ha già presentato il primo smartphone pieghevole in grado di supportare il nuovo standard di rete. Inoltre, sulla base delle voci circolate fino a questo momento, pare che Intel – principale fornitore di Apple – stia incontrando difficoltà nella produzione del modem 5G. Per questo motivo, il colosso statunitense starebbe pensando di progettare internamente il proprio chip 5G.

Questa strada, però, richiederebbe tempo e denaro e porterebbe Apple ad arrivare sul mercato ancor più in ritardo rispetto a diretti concorrenti. L’altra opzione sarebbe quella di collaborare con aziende esterne. Qualcomm, che è probabilmente il leader del settore, è fuori dai giochi a causa della guerra legale tra le due società che vi abbiamo raccontato in molti altri articoli.

Ed è in questo contesto che si fa strada l’idea di Huawei di proporre alla casa californiana la propria soluzione. Un ipotetico accordo tra Huawei e Apple sarebbe una notizia importante non solo dal punto di vista del mercato – con l’azienda cinese che intende conquistare la prima posizione nella classifica dei produttori smartphone – ma anche da un punto di vista politico.

Apple è una società americana che gode anche dell’appoggio del governo degli Stati Uniti, che ha preso di mira la società cinese per motivi di sicurezza nazionale. Ricordiamo come Trump abbia vietato l’uso di apparecchiature Huawei da parte delle agenzie federali. Se l’accordo dovesse diventare realtà, il rapporto tra Apple e il governo statunitense potrebbe risentirne.

Allo stato attuale, una collaborazione tra le due aziende sembra molto improbabile ma, con Qualcomm fuori dai giochi e Intel in ritardo, Apple potrebbe non avere molta scelta e qualsiasi soluzione scelga si troverà davanti una strada in salita.

Huawei P30 Pro è disponibile all’acquisto su Amazon a 999 euro. Lo trovate a questo link.