Smartwatch

Il Pentagono finanzia Apple, MIT e altri per l’elettronica flessibile del futuro

Il Dipartimento della Difesa statunitense ha annunciato che collaborerà con un consorzio, noto come FlexTech Alliance, per migliorare l'elettronica flessibile affinché in futuro possa essere applicata in aeroplani, strumenti militari, dispositivi indossabili e molti altri prodotti, anche di tipo consumer.

Nel consorzio si contano più di 100 tra aziende, università e laboratori: nomi del calibro di Apple, Boeing, GE, GM, Lockheed Martin, Motorola Mobility, Qualcomm e università come Cornell, Harvard, Stanford e MIT. Il Pentagono ha messo sul piatto 75 milioni di dollari in cinque anni, a cui si aggiungono altri 96 milioni indirizzati a università, governi locali e realtà non profit.

elettronica flessibile

I fondi saranno distribuiti ai membri di Flextech attraverso una gara, e gli esperti di ogni azienda dovranno occuparsi di problemi specifici. Saranno fissate delle tempistiche e probabilmente anche degli obiettivi da raggiungere. In linea generale lo scopo è quello di ridurre dimensioni, peso e costo dell'elettronica flessibile, assicurandosi al tempo stesso che possa essere usata in più ambiti.

Parallelamente gli Stati Uniti puntano a realizzare una rete di produzione entro i propri confini, a vantaggio dell'economia interna. FlexTech creerà il "Manufacturing Innovation Institute for Flexible Hybrid Electronics" a San Jose, California, con hub diffusi in tutti gli Stati Uniti, principalmente accanto alle università coinvolte nello studio. 

"Questa è una tecnologia emergente che prende materiali flessibili avanzati per circuiti, comunicazioni, sensori e li combina con chip di silicio molto sottili per produrre la prossima generazione di prodotti elettronici", ha detto il segretario della difesa Ash Carter.

Apple Watch Sport 42 mm Apple Watch Sport 42 mm
Apple Watch stand di ricarica Apple Watch stand di ricarica