Tom's Hardware Italia
Apple

Intel ritira l’asta sui brevetti wireless, c’è un acquirente: è Apple?

Intel ha ritirato la vendita all’asta di oltre 8.500 brevetti relativi alla connettività wireless cellulare e sta tenendo colloqui esclusivi con una società per l’acquisto del suo portfolio. Potrebbe essere Apple.

Intel ha ritirato la vendita all’asta di oltre 8.500 brevetti relativi alla connettività wireless cellulare e sta tenendo colloqui esclusivi con una società per l’acquisto del suo portfolio. A riportarlo è il sito IAM Media che riferisce che – le parti interessante all’asta – sono state informate tramite mail da James Kovacs, direttore dei marchi e brevetti di Intel, che ha specificato che i beni “hanno ottenuto un forte interesse di mercato” e che l’esclusività stipulata con una parte “preclude ulteriori contatti con altri offerenti”.

La comunicazione lascia la porta verso l’asta ancora aperta, ma è chiaro che ciò avverrà solo se le due società non dovessero concludere l’accordo. Il nome dell’acquirente non è stato specificato così come non è chiaro se si tratta di un singolo offerente o di un consorzio di aziende. Tuttavia, il “sospettato” numero uno è Apple sulla quale erano già circolate indiscrezioni relative al suo interesse nell’acquisto della divisione 5G di Intel.

Quest’ultima dispone di un corposo numero di brevetti che potrebbe interessare all’azienda di Cupertino proprio in relazione al nuovo standard di rete. Nonostante la pace ritrovata con Qualcomm, pare che Apple stia cercando comunque di produrre in casa i chip 5G in modo tale da poter ridurre la dipendenza dal colosso di San Diego con il quale i rapporti non sono stati sempre pacifici. Infatti, il produttore di iPhone sperava inizialmente di poter fare affidamento su Intel per il 5G, ma i ritardi accumulati lo hanno spinto verso Qualcomm. Subito dopo l’accordo, Intel ha annunciato l’uscita dal mercato dei modem 5G.

Tutto questo scenario porta a presupporre che l’acquirente misterioso possa essere proprio Apple. L’acquisizione di un portfolio di brevetti e assets potrebbe aiutare l’azienda guidata da Tim Cook ad accelerare il processo per la produzione di un chip 5G proprietario che potrebbe essere pronto tra sei anni, ossia quando il suo accordo con Qualcomm scadrà. Per il momento, si tratta solamente di speculazioni che non è detto che diventino realtà. Ne sapremo sicuramente di più sul misterioso acquirente nei prossimi mesi.

iPhone Xr è acquistabile con uno sconto di quasi 200 euro su Amazon a questo link.