Tom's Hardware Italia
Android

iPad 2 smontato: hardware di pregio e grafica al top

Alcuni siti web statunitensi hanno aperto l'iPad 2 e l'hanno messo alla prova. Spicca il system on chip A5, grande e per ora costoso. La parte grafica sembrerebbe davvero all'avanguardia, nettamente più veloce della concorrenza.

L’iPad 2 è in vendita da questo fine settimana negli Stati Uniti e dopo le recensioni (Recensioni iPad 2: è il miglior tablet, ma imperfetto) c’è chi lo ha aperto per spulciarne l’interno e chi l’ha messo alla prova. 

La prima cosa che si nota è che il system on chip A5 non è prodotto da TSMC, come riportato in precedenti indiscrezioni, ma nuovamente da Samsung come l’A4. Secondo UBM Techinsights è realizzato con il processo produttivo a 45 nanometri.

“La prima osservazione è che l’A5 è un circuito integrato molto grande, con un die di 12.1 x 10.1 millimetri (rispetto ai 7,3 mm x 7.3 mm dell’A4). […] Si vociferava che l’A5 avrebbe supportato la memoria Low Power DDR2, ed è vero”. L’analisi ha evidenziato l’uso di due differenti LPDDR2 DRAM, realizzate da Samsung ed Elpida.

Secondo il sito web, a un primo sguardo non approfondito, il costo dei materiali del prodotto potrebbe raggiungere i 270 dollari per la versione 3G da 32 GB, inferiore ai 288 dollari dell’analoga versione del Motorola Xoom. Apple dovrebbe comunque avere margini per ridurre il costo produttivo.

Il chip A5 sembrerebbe infatti costare 25 dollari, 10 dollari in più del Tegra 2. Il prezzo sarebbe destinato a scendere nel corso del tempo, con l’arrivo del nuovo iPhone equipaggiato con questo chip e una migliore produzione in volumi. Aggiungiamo che iSuppli parla invece di 337 dollari di costo produttivo medio. I dati non quadrano, ma le analisi sono preliminari.

Un altro aspetto interessante è che mentre il chip A4 ha una frequenza costante di 1 GHz, il nuovo A5 ha una velocità variabile a seconda del carico, in modo da controllare i consumi. Secondo il sito iosnoops, il system on chip non raggiunge mai la frequenza di 1 GHz, ma si ferma a circa 890 MHz, almeno secondo i test condotti sinora.

Clicca per ingrandire

iPad 2 ha 512 MB di memoria, più dell’iPad (256 MB) ma meno dello Xoom (1 GB) e la memoria Flash interna è prodotta da Toshiba. Broadcom (chip BCM43291HKUBC) si occupa di Wi-Fi, Bluetooth e radio FM, ma anche del touchscreen capacitivo (BCM5974 CKFBGH). Giroscopio e accelerometro sono confezionati da ST Microelectronics.

I primi test parlano chiaro: è molto veloce. “Per quanto riguarda le prestazioni della CPU…abbiamo riscontrato il 50 percento di velocità in più rispetto all’A4 nell’iPad originale, almeno navigando sul web”, ha dichiarato Anandtech. In attesa di test più approfonditi sotto questo punto di vista, è la parte grafica che fa ben sperare. Ricordiamo che iOS 4.3 porta il motore JavaScript Nitro in Safari, gran parte del merito dovrebbe essere addebitabile a questa novità.

Nonostante non si arrivi mai alle prestazioni nove volte superiori rispetto all’iPad 1, come dichiarato da Apple, il core grafico PowerVR SGX 543MP2 dell’A5 si è dimostrato in alcuni test sintetici da 3 a 5 volte più rapido del PowerVR SGX 535 dell’A4 e fino a sette volte migliore del Tegra 2 dello Xoom

“Mentre il PowerVR SGX 535 dell’A4 può superare di poco i 4 milioni di triangoli al secondo in questo test, il PowerVR SGX 543MP2 dell’A5 si avvicina ai 20 milioni”, ha scritto Anandtech a corredo di una prova.

###old752###old

Ulteriori test grafici confermano questi miglioramenti. In GLBenchmark 2.0 PRO, l’iPad 2 senza filtri qualitativi applicati ha raggiunto i 57,6 fps, mentre lo Xoom non è andato oltre i 26,7 fps. L’iPad 1 ha toccato i 17,6 fps. Applicando il Full Scene Anti-Aliasing, il dato di iPad 2 è rimasto pressoché invariato a 56,8 fps, mentre quello dell’iPad 1 è sceso a 13,6 fps.