Apple

iPhone 13: Samsung stava per cancellare la produzione di display

Chi si aspettava che la famiglia di iPhone 12 lanciata lo scorso anno portasse con se dei display Oled a 120 Hz è rimasto deluso. La società di Cupertino ha preferito optare per un altro anno con pannelli a 60 Hz, in modo tale da preservare anche un po’ sulla componente autonomia.

iPhone 13

Sapevamo che sarebbe stata solo questione di tempo e ormai pare certo che i 120 Hz arriveranno con iPhone 13 e iPhone 13 Pro. Ma che azienda può unire una qualità eccellente applicata agli schermi con una fornitura puntuale di milioni di unità? Ovviamente Samsung!

iPhone 13

Ma Apple non si accontenta così facilmente e ha chiesto alla società coreana di poter avere una fornitura di display LTPO a tecnologia RFPCB. Tutte queste sigle si traducono in display ancora più brillanti e meno energivori per quanto riguarda l’impatto sulla batteria e dei pannelli realizzati con un flat interno che può essere completamente piegato e collegato alla scheda madre. Questo tipo di schermo è richiestissimo da Apple, difatti anche iPhone 12 lo utilizza perché permette all’azienda di realizzare design completamente simmetrico lato cornici.

E’ curioso sapere che questo prodotto venga richiesto in quantità solo da Apple. Samsung ha pensato più e più volte di abbandonarne la produzione per non avere raggiunto i profitti che si era prefissata. Puntualmente però viene richiesto in fase di progettazione da Apple per i nuovi iPhone, che li commissione per via della qualità e per non cambiarne il design.

Attualmente Samsung fornisce una quantità spropositata di display per Apple ed entro la fine dell’anno la previsione di approvvigionamento è di oltre 100 milioni di unità, seguita da LG con 50 milioni e BOE con la quota più bassa, 9 milioni.

I nuovi Galaxy A 2021 sono arrivati! Galaxy A72 dispone di potenza e una fotocamera tutta nuova, includendo una certificazione IP67. Potete acquistarlo qui al prezzo più basso.