Apple

iPhone SE, il futuro è incerto

Apple, mai come ora ci sono così tanti dubbi sul futuro prossimo di alcuni sui dispositivi chiave, iPhone SE e iPhone 8. Sul primo le voci contrastanti si inseguono sul Web, dividendosi tra chi sostiene che non ci sarà un successore e chi afferma il contrario. E l'iPhone 8? Gli ultimi rumor lo suggerivano in ritardo a causa delle difficoltà produttive di Foxconn e Pegatron, ora invece J. P. Morgan ha affermato che Apple lo presenterà come da programma, ma che inizialmente sarà disponibile solo in piccole quantità. E l'hype s'impenna.

2

Ma procediamo con ordine, partendo dall'iPhone SE. Parliamo di un prodotto che, grazie all'abbinamento tra Apple A9 e iOS 11, nei soli Stati Uniti ha costituito più del 5% delle vendite complessive di iPhone. A quanto pare però, secondo alcuni analisti cinesi, a Cupertino non sarebbero convinti di rimetterlo in produzione in una nuova versione perché temono che il tempo degli smartphone compatti (SE ha una diagonale di 4 pollici) sia finito e non ci possa essere sufficientemente domanda. Un'affermazione che sembra cozzare con i dati di mercato e convince poco.

Leggi anche: iPhone 8, tutte le novità tra conferme e smentite

Ed ecco allora arrivare una voce opposta: iPhone SE 2 ci sarà, anzi arriverà già a fine agosto e costerà anche meno del predecessore, 399 euro il prezzo di base, contro i 500 dell'attuale modello da 32 GB. A ben guardare però nemmeno questa ipotesi convince. Anzitutto Apple non ha mai presentato un iPhone ad agosto. iPhone SE ha debuttato a marzo dello scorso anno, mentre gli altri modelli sono sempre arrivati a giugno oppure in autunno. Apple inoltre non ha mai tenuto due eventi così ravvicinati, visto che a settembre appunto dovrebbe presentare i nuovi iPhone 7s e l'iPhone 8. L'eventuale iPhone SE di nuova generazione dovrebbe montare gran parte dell'hardware di un iPhone 7 e questo porterebbe a cannibalizzare le ultime vendite della generazione attuale. Insomma, arriva, non arriva? Mistero.

Leggi anche: iPhone 8, ritardo sul mercato a causa di problemi software?

Come detto poi la confusione regna sovrana anche nel caso dell'iPhone 8. Proprio la scorsa settimana si era paventata l'idea di alcune difficoltà di iOS 11 a gestire correttamente il riconoscimento facciale 3D e la ricarica wireless, motivi sufficienti per pensare a uno slittamento dell'esordio, soprattutto tenendo conto anche di presunte difficoltà produttive di Foxconn e Pegatron, non ancora in grado di produrre in massa il nuovo smartphone dotato di display OLED borderless. J. P. Morgan però non è d'accordo ed afferma che Apple non tornerà indietro sul proprio programma, ma si limiterà semplicemente a rendere inizialmente disponibili solo piccoli quantitativi di iPhone 8, in attesa che i suoi partner raggiungano la capacità di produzione di massa, probabilmente entro fine novembre. Nel report di J. P. Morgan però non c'è traccia di questi eventuali problemi software, molto più gravi di quelli produttivi – se veri.

iPhone 8 ritardi

Su una cosa però tutte le fonti concordano, un dettaglio che non farà piacere agli appassionati: l'iPhone 8 con tutta probabilità avrà un prezzo proibitivo per i più, parliamo infatti addirittura di 1100 dollari, a quanto pare dettato appunto da costi di produzione più alti di quanto inizialmente previsto.   


Tom's Consiglia

Se avete fretta, l'iPhone SE è un terminale ancora molto valido e si torva ormai a un prezzo davvero interessante.