Tom's Hardware Italia
Android

Le due bombe di Apple: Metal e il nuovo linguaggio Swift

Il nuovo iOS 8 è accompagnato da un nuovo SDK che espone un sacco di caratteristiche. Spiccano Metal e il nuovo linguaggio di programma Swift, ma non mancano Healtkit, Homekit e le API Touch ID.

Insieme ad iOS 8 Apple ha distribuito un nuovo SDK con oltre 4.000 nuove API. Apple l'ha definita "la più importante release di sempre" e a nostro giudizio è un appellativo calzante. Sono due le bombe che la casa di Cupertino ha dato in pasto alla platea di sviluppatori.

La prima si chiama Metal ed è una libreria studiata per massimizzare le prestazioni del chip A7. Per come l'ha spiegata Craig Federighi, dirigente di Apple che si occupa dello sviluppo di iOS e OS X, ci troviamo di fronte a qualcosa di molto simile all'API Mantle creata da DICE e AMD, oppure a quello che saranno le future DirectX 12. Un vero concorrente delle OpenGL ES usate in ambito mobile.

In pratica si riduce la distanza tra il codice scritto dagli sviluppatori di giochi e la programmazione diretta dell'architettura hardware. In questo modo si ottengono fino a 10 volte più draw call rispetto alle OpenGL ES e questo favorisce l'approdo di giochi 3D con qualità tipica delle console su dispositivi come iPhone e iPad.

Le dimostrazioni durante la conferenza ci hanno lasciato assolutamente a bocca aperta. Purtroppo al momento latitano i dettagli su Metal, ma in futuro ne sapremo sicuramente di più. Per i casual games, iOS 8 include ora anche SceneKit, che semplifica la creazione di giochi in 3D, oltre a importanti miglioramenti di SpriteKit, fra cui campi di forza, fisica per-pixel e cinematica inversa.

L'altra grande novità si chiama Swift, un nuovo linguaggio di programmazione per iOS e OS X. Progettato per Cocoa e Cocoa Touch, "Swift unisce le prestazioni e l'efficienza dei linguaggi compilati con la semplicità e l’interattività dei linguaggi di scripting più popolari", ha affermato Apple.

Swift dovrebbe permette agli sviluppatori di scrivere codice più sicuro e affidabile, eliminando intere categorie di comuni errori di programmazione e coesiste con il codice Objective-C, perciò è integrabile nelle app esistenti. Xcode Playgrounds permette di scrivere codice Swift in maniera interattiva, mostrando all'istante l'ouput del codice Swift.

Una versione beta di Swift è disponibile da subito per gli iscritti al programma iOS e OS X Developer Program sul sito developer.apple.com. La versione finale sarà disponibile in autunno e le app scritte in linguaggio Swift potranno essere inviate all'App Store e al Mac App Store dopo la release al pubblico di iOS 8 e OS X Yosemite.

Le altre novità destinate agli sviluppatori riguardano la possibilità di creare widget per il Centro Notifiche e nuovi framework fra cui le API HealthKit, che consentono l'interazione fra le varie app per la salute e il fitness. C'è poi HomeKit che mette in comunicazione tutti gli apparecchi domestici per gestire al meglio la propria casa.

HomeKit offre un protocollo comune, un abbinamento sicuro degli apparecchi e la possibilità di controllare gruppi o singoli apparecchi in tutta la casa, senza dimenticare l'integrazione con Siri. Per esempio, è possibile dire a Siri che si sta "andando a dormire" per spegnere le luci, chiudere le porte e impostare il termostato. È un primo passo verso la casa domotica.

iOS 8 include inoltre API Touch ID, che consentono agli sviluppatori di autenticare in modo sicuro gli utenti nelle app, proteggere i dati di login e dell'utente, e sbloccare gli elementi del portachiavi. Con iOS 8, gli sviluppatori possono fornire l'autenticazione tramite verifica dell'impronta digitale proteggendo al contempo i dati relativi all'impronta nel Secure Enclave.

Tra le altre funzioni destinate agli sviluppatori troviamo PhotoKit, che permette di sfruttare la potenza del framework dell'app Immagini integrata, per prestazioni più veloci, editing non distruttivo e la possibilità di leggere e scrivere dati nella libreria di immagini. Infine, ecco le nuove funzioni dell'App Store, come l'anteprima delle applicazioni e i bundle, il nuovo iTunes Connect con analisi statistiche gratuite e TestFlight per il beta testing delle app in versione pre-release.