Android

Lenovo Yoga: nuovi tablet Android super sottili a 299 euro

Lenovo ha annunciato i nuovi tablet Yoga con sistema operativo Android 4.2.2. Ultrasottili e con un'autonomia dichiarata di 18 ore, si tratta di soluzioni economiche che verranno proposte in Europa a partire dal mese di novembre in due soluzioni: 8 pollici al prezzo di 229 euro e 10 pollici a 299 euro. Per il modello da 10 pollici è prevista anche una cover con tastiera Bluetooth, soprannominata Lenovo Yoga 10 Bluetooth Keyboard Cover, a un sovrapprezzo di 99 euro IVA compresa.

Lenovo Yoga tablet – clicca per ingrandire

Più che la configurazione ad attirare l'attenzione è la linea ultrasottile ed elegante: parliamo di uno spessore di 5 millimetri, che sale a 2 centimetri solo in corrispondenza del cilindro che occupa tutto il lato basso, e che alloggia la batteria. Il modello da 10 pollici, che stiamo già provando, pesa 605 grammi, quello da 8 pollici pesa invece 400 grammi. Sia il modello da 10 pollici sia quello da 8 pollici hanno in dotazione display alla risoluzione di 1280 x 800 pixel. La tastiera opzionale invece pesa 200 grammi e misura 26,4 x 0,2-0,6 x 16,6 centimetri e si aggancia magneticamente sopra al display.

###old2585###old

Tornando al tablet, il sostegno posteriore che si apre dalla batteria consente di tenere il tablet in posizione verticale rispetto al piano d'appoggio, con un'inclinazione variabile da 110° a 135°, oppure di impugnarlo con una presa salda durante l'uso. In alternativa si può usare per tenere il tablet appoggiato parallelamente alla scrivania, con la parte alta sollevata per una migliore usabilità. La qualità costruttiva pare molto buona, con il rivestimento esterno in metallo satinato che assicura una buona protezione dei componenti interni. Anche il sostegno è in metallo e il movimento che deve compiere per aprirsi non lascia spazio a errori da parte dell'utente che possano causare danni.

Lenovo Yoga tablet – clicca per ingrandire

L'unico inconveniente che abbiamo avuto modo di notare nelle prime ore d'uso è la verniciatura un po' delicata sul pannello retrostante, che tende a trattenere i graffi e li mette in evidenza per la puntinatura in rilievo che rende la superficie ruvida e quindi più agile da impugnare. La connettività non è certo la prima dote dei novi Yoga, ma c'è da tenere in conto che si tratta di sistemi per l'intrattenimento e non da usare in ufficio. Ci si accontenta quindi della presa jack per le cuffie, sul lato destro del cilindro della batteria, del pulsante di accensione su quello sinistro e del connettore microUSB lungo il lato sinistro. A destra c'è infine il bilanciere per il volume.

Lenovo Yoga tablet – clicca per ingrandire

Da notare che dietro al sostegno c'è il vano microSD per espandere lo spazio di archiviazione fino a 64 GB. La webcam posteriore da 5 megapixel è in una posizione inusuale, ossia nell'angolo in basso a sinistra: una scelta obbligata sia perché al centro dello stesso lato c'è la batteria, sia perché il modulo della fotocamera non poteva essere installato dove lo spessore è di soli 5 millimetri. Bisogna farci l'abitudine: le prime foto che abbiamo fatto erano completamente oscurate dalle dita, poi ci abbiamo preso la mano.

 

Quanto alla dotazione, entrambi i modelli hanno il chip quad-core Mediatek MT8125 nelle versioni Wi-Fi Only e il SoC Mediatek quad-core MT8389 per le versioni dotate anche di 3G. Lo spazio di archiviazione va da un minimo di 16 a un massimo di 32 GB e Lenovo assicura un audio di qualità grazie alla tecnologia Dolby e ai due altoparlanti ai lati della batteria.  

Vi aspettiamo più tardi per ulteriori pareri, non mancate!