Windows

LG frena su Windows Phone ma Steve Wozniak è entusiasta

LG dice no a Windows Phone e sì ad Android. Un allontanamento dalla piattaforma mobile Microsoft che sta facendo molto discutere, ma che se ben analizzato non appare poi una grande notizia. Un portavoce dell’azienda sudcoreana ha infatti dichiarato che l’azienda “continuerà l’impegno nella ricerca e lo sviluppo su Windows Phone”, ma per l’immediato futuro non sono previsti nuovi terminali.

La ragione è che “le unità totali di Windows Phone vendute sul mercato globale non sono un numero significativo“. Tutto vero, solo Nokia sta raccogliendo un discreto successo, ma è anche l’unica azienda che promuove i Windows Phone con campagne pubblicitarie.

Secondariamente, LG ha realizzato due terminali: LG Optimus 7 e LG Quantum. Il primo in vendita anche da noi, è un terminale che fa parte della prima serie di Windows Phone. Molto allettante, visto che era venduto a 399 euro e aveva 16 GB di spazio per l’archiviazione. Il secondo è stato venduto in altri paesi ed era un prodotto con tastiera full QWERTY, sempre di prima generazione.
Va detto quindi che se LG non ha incassato con Windows Phone è anche perché non ha investito poi molto. Chissà se la sua posizione cambierà quando Steve Ballmer, amministratore delegato di Microsoft, volerà in Sud Corea alla fine di maggio per discutere con i partner.

Secondo i giornali coreani LG sarebbe inoltre leggermente “infastidita” dall’accordo di Microsoft con Nokia, che ha creato una situazione in cui c’è un produttore che, inutile negarlo, è privilegiato rispetto agli altri. La sensazione che abbiamo è che LG, prima o poi, ci riproverà con un terminale Windows Phone 8. Per questo non ci sono smartphone in arrivo, dato che per il debutto del nuovo OS si attende la fine dell’anno, probabilmente ottobre e perciò di mesi ne mancano ancora parecchi.

###old605###old

LG ha comunque tutto l’interesse a puntare su Android, un OS che può modificare come meglio crede e che conosce meglio. Poco tempo fa l’azienda ha presentato una nuova gamma di prodotti che occuperanno sia la fascia media, medio-bassa del mercato, che quella alta, così da migliorare un andamento non esattamente positivo, in cui deve concorrere con tanti altri produttori.

Tutto questo si colloca, curiosamente, a margine delle parole del co-fondatore di Apple Steve Wozniak, che giudica Windows Phone “meraviglioso”, dopo aver acquistato e provato un Nokia Lumia 900. “Sono sorpreso: ogni schermata è molto più bella rispetto alle stesse applicazioni su Android e iPhone”.

“Woz” ama molto l’aspetto grafico di Windows Phone, in particolare rispetto all’OS mobile di Google. “Non c’è confronto, è intuitivo e bello: lo preferisco rispetto ad Android“. “Mi fa sentire come se fossi con un amico, non con uno strumento”, in riferimento all’interazione con l’interfaccia grafica e all’aspetto. 

Insomma, ci ritroviamo più o meno in una situazione già vista, tra chi rimane freddo nei confronti dell’OS della casa di Redmond e chi non esita a parlarne con toni entusiastici. Due posizioni contrapposte, che tocca a Microsoft far convergere per trovare quella strada verso il successo che finora non è stata ancora completamente imboccata.