Android

Lo smartphone rovina la vita sessuale, ecco la soluzione

Lo smartphone può rovinare la vita sessuale, perché tendiamo a dare troppa attenzione allo schermo e troppo poca al partner. Il problema è piuttosto serio e diffuso in tutto il mondo, ma grazie a Durex abbiamo una soluzione semplice e geniale, che trasforma lo smartphone da disturbo ad alleato sotto le lenzuola.

"Rispetto al 2000, il 20 % delle coppie ha ridotto l'attività sessuale. Il 53% del campione si ritiene insoddisfatto della propria vita sessuale", riporta il comunicato stampa Durex. "Anche in Italia i risultati sono chiari", conferma la dottoressa Laura Rivolta, Psicologa e Psicoterapeuta Specializzata in Sessuologia Clinica e in Terapia Sistematica Relazionale.

"Le ricerche ed i sondaggi indicano un utilizzo sempre maggiore della tecnologia digitale nella vita di coppia. Ciò che colpisce è soprattutto l'incidenza negativa nell'intimità: con pc e cellulari accesi ad oltranza la frequenza dei rapporti sessuali è calata in Italia fino al 70% ".

"Lo strumento tecnologico rappresenta dunque il terzo incomodo, un amante invisibile, vero e proprio killer della passione e dell'interesse erotico" continua la Dott.ssa Rivolta. "Il 30% degli uomini italiani posticipa il momento di coricarsi in quanto impegnati su mouse e tastiere del proprio PC, tablet o smartphone, mentre il 43% delle donne non si separa dal telefonino nemmeno sotto le lenzuola". Non è dunque un caso che il 35% delle femmine e il 29% dei maschi italiani giudichi insoddisfacente la propria vita intima.

smartphone sesso

Quanto alle donne italiane, "quasi il 29% usa il cellulare persino durante un rapporto: nel 12% delle volte per rispondere a una chiamata, nel 10% dei casi per leggere un sms (sul telefono, Facebook o WhatsApp ) e nel 5% per visitare la propria pagina di Facebook" .

Se da una parte il telefono aiuta i due partner a stare vicini e in contatto in ogni momento, quest'oggetto rappresenta anche un pericolo per l'intimità della coppia stessa, e di conseguenza il futuro del rapporto. Durex, per fortuna di noi tutti, ha investito ingenti risorse, smosso mari e monti, interrogato esperti in tutto il mondo, svolto esperimenti. E alla fine sono giunti alla conclusione riportata nel video: basta spegnerlo.

Un'ovvietà, direte voi. Certo che sì, e anche un'azzeccata operazione di marketing se vogliamo. Eppure il video è tremendamente efficace e riesce a farci riflettere, soprattutto dopo aver letto gli spietati dati raccolti. E, certamente, ognuno di noi è libero di pensare che il problema non lo riguarda, ma questo non significa che non esista.

Se la campagna di Durex avrà successo, forse la mattina vedremo meno facce scure in giro e la giornata sarà migliore per tutti, anche per quelli che non hanno problemi di smartphone ed erotismo.

Se avete letto questo articolo su uno smartphone e siete a fine giornata, forse è ora di spegnerlo e di dedicarvi a chi avete accanto.