Android

Look to Speak, l’app di Google che permette di parlare con lo sguardo

Si chiama Look to Speak la nuova applicazione sviluppata da Google Creative Lab per aiutare le persone con disabilità motoria e verbale a entrare in comunicazione con gli altri. Il supporto alla lingua italiana è stato aggiunto da poco, e l’app in sé è ancora sperimentale. Tuttavia, Look to Speak si presenta già come un valido strumento per assistere tutti quegli utenti impediti nei movimenti e nell’articolazione delle parole a causa di gravi patologie.

Il funzionamento è molto semplice: Look to Speak individua gli occhi dell’utente e capta il loro movimento attraverso la fotocamera frontale; in seguito, il movimento viene tradotto in un’azione specifica, di solito la selezione di una frase pre-impostata da far pronunciare ad alta voce.

Google Look to speak

Look to Speak ha in archivio numerose frasi divise per categoria che la persona affetta da disabilità può far ripetere allo smartphone. La navigazione si effettua con gli occhi, tenendo fisso lo sguardo sul dispositivo e ruotandoli a destra, a sinistra o in alto per far scorrere i vari elementi. Per selezionarne uno, invece, è sufficiente distogliere lo sguardo dal display.

Il progetto di Google relativo allo sviluppo dell’app è stato presentato circa un anno fa con il video qui sotto. Nel filmato, gli sviluppatori dimostrano come Look to Speak possa aiutare concretamente le persone costrette a letto da una paralisi. Le potenzialità di Look to Speak sono enormi, e per il futuro si spera in un miglioramento ulteriore di questo e altri sistemi pensati per semplificare la vita degli ammalati.

Look to Speak, dunque, è soltanto la prima di una lunga serie di tecnologie a cui il colosso di Mountain View starebbe lavorando per perseguire questo fine nobile. L’app è scaricabile gratuitamente da Google Play sugli smartphone aggiornati ad Android 8.0 e versioni successive.

Huawei Watch Fit in offerta su Amazon a 59,99 euro. Affrettati! Termina tra 5 giorni.