Apple

Mac con Apple Silicon, battute le CPU Intel anche eseguendo app x86

I primi Mac prodotti dall’azienda di Cupertino con il chip M1 al proprio interno saranno spediti la prossima settimana, ciò significa che alcuni utenti metteranno finalmente alla prova le funzionalità del nuovo SoC di casa Apple. I primi test benchmark erano già trapelati online mostrando le potenzialità del nuovo processore Apple Silicon, tuttavia mancava ancora un tassello al completamento del quadro della situazione. Come girano le app e i programmi x86 emulando le CPU Intel con Rosetta 2? Abbiamo finalmente una risposta.

Apple

Il fattore emulazione è forse l’ultima grande incognita riguardante i chip Apple Silicon. Per l’esecuzione di software compilato per le CPU Intel il nuovo Apple M1 ha bisogno di sfruttare un cosiddetto strato di compatibilità software. L’emulazione delle CPU Intel ovviamente impatta le prestazioni complessive del Mac, ma fino a che livello? A quanto pare, anche emulando i vecchi processori, il chip progettato dal brand di Cupertino riesce a performare meglio dei vecchi Mac Intel.

Durante lo scorso weekend, un utente ha caricato online alcuni risultati ottenuti nel benchmark Geekbench utilizzando la versione x86 del software. Il test è quindi stato interamente eseguito basandosi sul layer di compatibilità Rosetta 2 creato da Apple. Il punteggio in single core ottenuto da M1 in questa situazione sfavorevole è di 1313 punti, mentre in multi-core ha raggiunto i 5888 punti.

I risultati sono circa l’80% di quelli ottenuti eseguendo il software in maniera diretta, questo ci conferma che Rosetta 2 ha un impatto sulle prestazioni dei Mac. Facendo un passo indietro, però, non si tratta di un cattivo risultato.

L’Apple M1 a bordo del MacBook Air utilizzato per i test, in questo caso, è riuscito a superare nel punteggio single core persino il più recente iMac del 2020 con CPU Intel Core i9-10910. Le prestazioni in multi-core non sono le migliori in assoluto, ma sono comunque incredibilmente più alte rispetto ad un MacBook Air del 2020 con CPU Intel Core i7.

Questi risultati faranno tirare un sospiro di sollievo a tutti gli utenti indecisi se effettuare il grande salto generazionale verso le CPU Apple Silicon lasciandosi alle spalle il mondo delle CPU Intel.

Apple iPhone SE da 64GB è disponibile all’acquisto su Amazon a soli 429,00 euro, non perdetevelo!