Windows

MarketPlace al palo, 18 milioni di euro per farcirlo

Microsoft e Nokia hanno stanziato fino a 18 milioni di euro per il programma AppCampus, il cui obiettivo è  favorire la creazione di applicazioni mobili per Windows Phone e Symbian.

L’investimento sarà ripartito in tre anni e i finanziamenti andranno alla Aalto University, dove gli studenti inizieranno a darsi da fare da maggio 2012. L’università darà il suo contributo al progetto fornendo locali, servizi di coaching e l’accesso sia al mondo accademico sia alle reti aziendali per gli sviluppatori in erba.

Microsoft conta di rimpinzare il MarketPlace di Windows con l’iniziativa AppCampus

Non è da escludere che il programma porti alla nascita di startup espressamente concentrate sulla creazione di applicazioni Windows Phone, e le due aziende investitrici contano sul fatto che AppCampus attirerà migliaia di proposte da parte di studenti e imprenditori provenienti da tutto il mondo.

Nell’ambito del programma gli sviluppatori potranno beneficiare di un supporto completo, che comprende la formazione sulle tecnologie mobili, sul design e sui requisiti di usabilità che saranno necessari ai fini della creazione di applicazioni ad hoc per i prodotti Nokia e Windows Phone, oltre a finanziamenti per creare nuove applicazioni innovative e servizi mobili. 

L’iniziaitiva ovviamente è un mezzo per rimpolpare il MarketPlace di Windows Phone e il Nokia Store di nuovi contenuti, che aiutino a spingere la vendita dei prodotti e a contrastare meglio la concorrenza di Apple e Google. 

Al momento il più assortito è l’App Store di Apple, seguito da Google Play per Android

Attirare gli sviluppatori più quotati forse avrebbe un costo maggiore. Per questo probabilmente le due aziende hanno preferito puntare sui giovani e sulla formazione per poter avere una cassa di risonanza più ampia e idee fresche su cui lavorare e investire.. 

I partecipanti al programma saranno affiancati da veterani del settore mobile che li guideranno nelle scelte giuste e che forniranno tutto il necessario per concretizzare le loro idee, riconoscendo i diritti di proprietà intellettuale.

In questo modo inoltre Nokia può espiare l’impatto sociale negativo della sua recente politica di licenziamenti: grazie alla nuova iniziativa ha incassato la benedizione del primo ministro finlandese Jyrki Katainen, che in occasione dell’annuncio del programma AppCampus a Helsinki ha spiegato che “il settore delle aziende tecnologiche in Finlandia è fra i più competitivi al mondo, in particolare nel campo della tecnologia mobile. La partnership tra Microsoft e Nokia è un investimento fondamentale in questo ecosistema in crescita e rappresenta una interessante opportunità di accesso ai mercati globali per la nostra comunità locale”.

Ovviamente non è mancata la risposta ammiccante del responsabile di Microsoft, che ha spiegato come la sua azienda intenda “promuovere il ruolo della Finlandia come centro di eccellenza per la tecnologia mobile”. In realtà sarà proprio l’azienda di Redmond a guadagnarci di più, dato che al momento il MarketPlace di Windows conta solo 70.000 app, quindi è poco appetibile rispetto alle diverse migliaia di applicazioni scaricabili da Google Play e dall’App Store di Apple.