Android

Maxi furto di prodotti Samsung per 36 milioni di dollari

Ieri un commando di 20 uomini armati di mitragliatori ha rubato smartphone, tablet e notebook Samsung per un controvalore di 36 milioni di dollari. Secondo quanto riferito da ZDNet è stata un'operazione paragonabile a quella ricostruita nella finzione cinematografica di Martin Scorsese in Goodfellas: un commando di 20 uomini travestiti da dipendenti si è introdotto in una fabbrica nella città brasiliana di Campinas durante il turno di notte e ha riempito 7 camion di prodotti, per poi scomparire nel nulla.

Smartphone, tablet e notebook Samsung rubati

Stando a quanto riferisce la fonte non è ancora stato completato l'inventario della refurtiva, e non è nemmeno chiaro se Samsung fosse la proprietaria della fabbrica o se la usasse solo come magazzino. La maggior parte dei 200 dipendenti che erano al lavoro ha proseguito con l'attività, altri invece sono stati presi in ostaggio e gli sono state sequestrate le batterie dei telefoni per evitare che chiamassero le forze dell'ordine.

Le autorità brasiliane stanno indagando e suppongono che i ladri avessero già in precedenza accesso alla fabbrica e conoscano molto bene la zona. Sta di fatto che è sparita merce per 36 milioni di dollari, che con tutta probabilità finirà per essere venduta online illegalmente. In Brasile Samsung vende gli smartphone Galaxy S5 e Note (oltre agli altri), la gamma completa di Galaxy Tab, i notebook ATIV Book con schermi da 13,3 a 15,6 pollici, e i Chromebook.   

Resta da capire in quali mercati saranno proposti: il numero di pezzi è talmente alto che è probabile una ripartizione in più mercati, anche per non dare nell'occhio.