Tom's Hardware Italia
Android

Metti i tuoi file al sicuro mentre ricarichi lo smartphone

Toshiba ha presentato un nuovo dispositivo che esegue il backup in locale dei nostri dati mentre ricarichiamo lo smartphone. Ottimo per chi non si fida del cloud...

Toshiba presenta un dispositivo che copia in locale i dati dei dispositivi Android mentre li ricarica, aiutando gli utenti a perdere la pessima abitudine di non fare il backup.

Ma perché così poca gente fa il backup dei propri dati? Perché è scomodo: bisogna ricordarsene, si deve collegare un HD esterno al dispositivo, attendere che finisca e, nel frattempo, cercarsi qualcos'altro da fare perché non è saggio interferire con un dispositivo che copia dati importanti.

Certo, su smartphone e tablet è più semplice perché la loro filosofia "cloud" permette di copiare i file in automatico e senza il nostro intervento diretto. Ma possiamo davvero fidarci di chi conserva i nostri documenti, foto e altre informazioni personali?

DSC01016 JPG
La forma del nuovo dispositivo è studiata per appoggiarci sopra lo smartphone, ma non fornisce ricarica a induzione: serve il cavo.

Il dibattito è lungo, ma se la risposta è no o se semplicemente avete troppi dati da spostare con la vostra connessione Internet, allora il nuovo dispositivo di Toshiba potrebbe fare al caso vostro.

Curiosamente, ancora non gli è stato dato un nome e la data della sua disponibilità è ancora un po' nebulosa, ma dall'inizio del prossimo anno, sugli scaffali troveremo un prodotto che fa da carica batterie e backup contemporaneamente.

Un uovo di colombo che ci permette di evitare perdite di tempo, tenendo al sicuro (e a casa nostra) i dati contenuti nei nostri dispositivi.

La soluzione si compone di un hardware che contiene un hard disk tradizionale dalla capacità di almeno 500GB e un caricabatteria del quale non conosciamo ancora le specifiche ma che speriamo supporti la ricarica rapida dei dispositivi. All'interno della confezione, sarà anche presente un adattatore per USB-C, in modo da poter gestire gli smartphone più recenti.

Parlando con la responsabile Toshiba dei prodotti HDD, Eun-Kyung Hong, abbiamo anche scoperto qualche interessante dettaglio in più: "Il prodotto (ricordiamo che non ha ancora un nome – ndr) sarà multiutente, e quindi più persone della stessa famiglia potranno usarlo per mettere al sicuro i propri dati mentre ricaricano il cellulare. Inoltre, l'app sarà inizialmente disponibile solo per Android, mentre quella iOS arriverà in seguito se il mercato lo troverà interessante".

DSC01019 JPG
Le uniche due prese attualmente previste sono quelle dell'alimentatore (esterno) e del cavetto usb per la connessione al dispositivo Android.

Dal momento che questo prodotto ha un senso soprattutto per chi non vuole mandare sul cloud i propri dati, ci saremmo aspettati qualche funzione avanzata per la protezione dei dati, ma Eun-Kyung Hong ci ha confermato che il backup non è crittografato né protetto da password.

Ha però promesso che riporterà le nostre osservazioni al quartier generale e che cercherà di far implementare delle misure di sicurezza nell'app che si trova al momento ancora in fase di sviluppo.