Windows

Microsoft preferisce gli smartphone HTC rispetto ai Lumia?

Microsoft e HTC potrebbero rafforzare la partnership su Windows Phone, forgiando un'alleanza che potrebbe addirittura fare ombra all'accordo multi-miliardario tra la casa di Redmond e Nokia. Secondo il sito Bloomberg le aziende avrebbero bisogno l'una dell'altra per arginare Android e iOS e i rapporti tra le due sarebbero più che buoni.

Steve Ballmer e Peter Chou, i rispettivi amministratori delegati, si sarebbero incontrati un paio di volte e tuttora si scambiano email e telefonate regolarmente. HTC spinge, tra le tante cose, per strappare una modifica sulla risoluzione massima supportata da Windows Phone. L'azienda si sarebbe infatti scontrata con questo paletto nel tentativo di sviluppare uno smartphone con schermo Full HD.

I rapporti tra Microsoft e HTC sarebbero svoltati lo scorso febbraio, al Mobile World Congress, quando due gruppi delle rispettive aziende si sarebbero incontrati per parlare del futuro. Ballmer avrebbe esortato HTC a puntare su Windows Phone e l'azienda avrebbe risposto oltre ogni aspettativa, presentandosi alla riunione con i prototipi dei terminali poi usciti sul mercato, colpendo tutti per l'ottima fattura dei prodotti.

Oggi l'HTC 8X è mostrato all'incirca nel 70% delle pubblicità finanziate da Microsoft rivolte a uno specifico prodotto e secondo gli analisti questo è un segno della volontà presente da ambo le parti di rafforzare la cooperazione. "HTC non può permettersi di perdere ulteriore terreno", si legge su Bloomberg.

Secondo Michael Gartenberg, analista di Gartner, "Windows Phone è molto più simile a un oceano blu – non c'è nessuna azienda dominante. L'opportunità per HTC di diventare l'azienda di punta darebbe loro la possibilità di non essere dipendenti da Android". L'ecosistema Google, per quanto aperto e libero, è sempre più "Samsung-centrico", con la causa sudcoreana in grado di annientare la concorrenza con tantissimi terminali in ogni fascia di prezzo.

###old1969###old

La crescita di HTC però potrebbe impattare su Nokia, che rischia di perdere parte della centralità che finora ha avuto nell'azione di Microsoft sul fronte mobile. Bloomberg non fornisce altri dettagli, quindi starà ai posteri stabilire se effettivamente vi sarà un ribaltone nel mondo Windows Phone, ma al momento sembra che l'azienda di Espoo abbia altri problemi a cui pensare.

Stephen Elop, l'amministratore delegato dell'azienda, ha parlato di scorte limitate dei nuovi terminali Lumia, senza tuttavia entrare nei dettagli. Indiscrezioni dall'Oriente riportano però che la più grande fabbrica dove si producono gli smartphone riuscirebbe a realizzarne solo 2 milioni di unità al mese. Ogni giorno l'azienda riuscirebbe ad avere 20.000 Nokia Lumia 920, 25.000 Lumia 820 e 20.000 Lumia 620 (in vista del debutto nel 2013). In pratica Nokia avrebbe a disposizione 600.000 Lumia 920 al mese, probabilmente non sufficienti a coprire la domanda mondiale in modo adeguato.