Windows

Conclusioni

Pagina 8: Conclusioni

Conclusioni

Il primo iPad è arrivato nel 2010 e prima di vedere dei seri concorrenti abbiamo dovuto attendere il Nexus 7 di Google e Asus. Finora però abbiamo sempre visto i tablet sempre come strumenti di "accompagnamento", per giocare, navigare sul web, ascoltare musica e guardare video. Tutte operazioni comuni che non sono certo orientate alla produttività.

Surface è il primo vero tentativo di interrompere questa convenzione. Il primo passo di Microsoft in questo settore, per quanto innovativo sotto certi punti di vista, non è però esente da problemi. Dal punto di vista hardware lo schermo si può definire solo adeguato, Windows RT fa così tante cose che Android e iOS non fanno, e questo è sia il suo punto di forza che di debolezza. Non è difficile mettere alle corde Tegra 3 se si prova a usare il tablet come farebbe un appassionato.

Per quanto riguarda il software, bisogna contare al 100% sul Windows Store. Non c'è compatibilità con i vecchi software di Windows e solo le applicazioni Microsoft funzioneranno sul desktop di Windows RT. Sono aspetti che lasciano spazio a qualche critica e interrogativo.

###old2130###old

Uno dei più grandi vantaggi di Surface è la capacità di offrire un vero multitasking, oltre alla Type Cover e alla possibilità di lavorare su un secondo monitor. Il problema più evidente è la selezione limitata di applicazioni del Windows Store. Microsoft ha però svelato Surface Pro, un prodotto basato su hardware Intel che va a colmare alcune di queste lacune. In definitiva si tratta di una questione di prezzi e di uso, oltre che di cosa sia più importante per voi.

Se volete tutte le app più famose, Surface RT non fa per voi, ma se Android e iOS non vi soddisfano e volete un'esperienza simile a Windows 8, allora sapete cosa fare: puntare su Surface RT oppure aspettare la versione Pro, il cui arrivo in Italia non è però stato ancora fissato.