Tom's Hardware Italia
Android

MotorolaOne, il primo Android One di Motorola a 299 euro

Motorola One Arriverà sul mercato nei prossimi giorni, ampliando l'offerta nella fascia media del mercato.

Motorola ha presentato oggi MotorolaOne, il primo smartphone di questo marchio con sistema operativo Android One. Vale a dire una versione di Android essenziale e con pochissime modifiche da parte di Motorola, con aggiornamenti gestiti direttamente da Google. La personalizzazione da parte di Motorola si limita a una parte delle Moto Experience già vista sugli altri smartphone.

MotorolaOne nasce con Android Oreo, e sono già previsti gli aggiornamenti a Pie e Android Q.  Trattandosi di Android One, è assicurata anche la patch di aggiornamento mensile pubblicata da Google – mentre sugli altri Motorola, come il recente e apprezzato Moto G6 Plus, questo aggiornamento arriva con cadenza bimestrale.

Con il MotorolaOne, ancora una volta, l’azienda punta a rinsaldare la propria posizione nella fascia media, quella con smartphone tra i 150 e i 300 euro circa. E infatti il prezzo ufficiale del MotorolaOne è fissato a 299 euro, ma probabilmente il prezzo reale, lo street price, sarà inferiore di qualche punto percentuale.

In cambio di tale cifra avrete uno smartphone da 5,9″ con risoluzione HD Plus e proporzione pari a 19:9; con questo modello anche Motorola si aggiunge ai produttori che mettono il notch nella parte alta del display.

All’interno il processore Qualcomm Snapdragon 625, abbinato a 4 GB di RAM e 64 GB di storage. Il processore non è chiaramente il meglio che offra il mercato, ma abbiamo già avuto modo di constatare che è una piattaforma dalle prestazioni solide e convincenti, e che aiuta a mantenere una buona autonomia grazie a consumi ridotti. “Il nostro obiettivo è fornire un prodotto equilibrato. Riteniamo che nel caso specifico questo processore è in grado di soddisfare appieno le esigenze del consumatore finale”, ci conferma Massimiliano Paciotti di Motorola.

Questo MotorolaOne porta qualche cambiamento anche del design. Rispetto ad altri Moto, infatti, troviamo soluzioni relativamente più comuni, in particolare per il posizionamento della doppia fotocamera. Apprezzabile l’idea di posizionare il logo del produttore sul sensore di impronte. Il corpo vanta una superficie in vetro Gorilla Glass sia davanti sia dietro, ed è presente il notch nella parte superiore dello schermo. Presente all’appello anche la certificazione P2I, che garantisce una moderata resistenza ai liquidi.

A proposito di fotocamera, il doppio sensore dovrebbe essere in linea con i concorrenti, almeno sulla carta me verificheremo con la prova e la relativa recensione. Motorola ha integrato Google Lens nell’app Fotocamera, e ha aggiunto qualche specifica funzione ai video – in particolare Cinemagraph, che offre la possibilità di bloccare un oggetto o una persona, continuando a filmare tutto il resto.

La batteria è da 3.000 mAh; insieme allo Snapdragon 625 dovrebbe permettere una discreta autonomia. L’intera giornata sarà probabilmente assicurata, senza escludere di poter arrivare a due giorni. Verificheremo anche questo dettaglio con la nostra prova.

L’aspetto forse più interessante riguarda forse la doppia SIM, che non preclude l’uso di una scheda microSD per espandere la memoria. A differenza di molti altri modelli, dunque, sarà possibile usare due schede SIM e anche una scheda di memoria. Un dettaglio che sicuramente potrà richiamare l’attenzione di alcuni potenziali acquirenti.

Il MotorolaOne per l’azienda è “pensato per una vasta utenza, progettato con un occhio ai contenuti multimediali in mobilità. Va a rafforzare la nostra proposizione sulla fascia media”, conferma il Country Manager Daniele DeGrandis.

Il nuovo MotorolaOne sarà disponibile dal prossimo fine settimana, sia nei negozi fisici sia online. Per il lancio del prodotto Motorola ha stretto accordi con, tra gli altri, MediaMarkt (MediaWorld), Amazon, Tim, Wind e Tre. A impreziosire l’offerta Motorola aggiunge nella confezione una custodia protettiva in silicone trasparente e un caricabatterie veloce (Turbo Charger). All’inizio sarà disponibile solo la versione nera, ma ne arriverà anche una bianca.