Android

Nexus 6P: ecco come si comporta la fotocamera nella vita reale

Il phablet Google Nexus 6P, realizzato dalla cinese Huawei è fuori da circa un mese e, nonostante non abbia soddisfatto tutti per alcune caratteristiche assenti e per il prezzo più elevato di quanto ci si attendesse, si è già fatto un nome in ambito fotografico, grazie anche all'ottima valutazione ricevuta da DxOMark.

Ma come sappiamo una cosa sono le misurazioni effettuate in test controllati, per quanto rigorose, e un'altra le prestazioni nella vita reale. A darci un'idea di come va la fotocamera del Nexus 6P dal vero ci hanno però pensato i colleghi di Android Central, che hanno preso lo smartphone e l'hanno portato in giro a fare foto, in diverse condizioni.

Full Auto con treppiede

La prima serie di tre scatti è stata fatta con l'uso di un treppiede e in modalità completamente automatica, producendo ottimi risultati, come potete vedere anche voi (tutte le immagini a piena risoluzione potete trovarle alla fine dell'articolo originale).

Full Auto senza treppiede

Segue poi una seconda serie, sempre di tre scatti, realizzati sempre in automatico ma senza l'ausilio di un treppiede.

Anche in questo caso la qualità è notevole, anche in situazioni di scarsa illuminazione ambientale e solo la foto degli alberi che si riflettono sull'acqua, essendo stata realizzata con zoom al massimo, mostra una decisa perdita di dettaglio.

HDR

La terza sequenza invece mira a mostrare le capacità dell'HDR, catturando una foto al tramonto con l'intenzione di saggiare la capacità di esporre correttamente tanto il tramonto stesso quanto gli oggetti in primo piano e ancora una volta entrambi gli scatti, col focus rispettivamente sul sole e sui mattoni in primo piano, sono ottimi.

Al buio ma col treppiede

L'ultima prova, per quanto riguarda il comparto fotografico, non poteva non riguardare le capacità con scarsa illuminazione ambientale ed è forse quella dove più vengono fuori i limiti di questa fotocamera. Nonostante l'uso di un treppiede infatti la prima immagine, catturata con la luce proveniente dall'interno della casa, evidenzia rumore e perdita di dettaglio. Va un po' meglio con l'uso del flash, il cui lampo però appare bianco e molto intenso. Il terzo scatto infine mostra lo stesso soggetto completamente al buio, con risultati buoni ma non certo entusiasmanti.

Video 4k

Buoni risultati anche per i video in 4k che appaiono fluidi e con una buona gamma cromatica, tuttavia l'esposizione lascia un po' a desiderare, con le alte luci sovraesposte.

Slow Motion

La prova si conclude con un altro must dei video, lo slow motion: il Nexus 6P è il primo a gestire il rallenty a 240 FPS e i risultati sembrano ottimi.