Tom's Hardware Italia
Android

Nexus 7 di seconda generazione a luglio a 149 dollari

Secondo indiscrezioni anonime dell'agenzia Reuters il nuovo tablet Nexus 7 di Google arriverà a luglio con chip Qualcomm, display a risoluzione maggiore di quella attuale e spessore ridotto. Potrebbe costare 149 dollari.

Il successore del Nexus 7 arriverà a luglio 2013 e dovrebbe avere un prezzo di partenza di 149 dollari. Il condizionale è d'obbligo dato che non ci sono conferme ufficiali da parte di Google. L'agenzia Reuters tuttavia cita due fonti anonime a suffragio della notizia e precisa che l'annuncio si terrà alla conferenza Google I/O che tradizionalmente si tiene a maggio.

Il prossimo sarà più sottile e più potente?

Secondo le fonti, il colosso di Mountain View si starebbe preparando a spedire da 6 a 8 milioni di unità. A produrlo dovrebbe essere ancora Asus, che si sta già occupando con successo dell'attuale Nexus 7.

Dal punto di vista hardware sembra che ci sarà una sorpresa interessante: un chip Qualcomm Snapdragon al posto dell'attuale Tegra 3. Nvidia ha annunciato Tegra 4 all'inizio di quest'anno, ma Google avrebbe optato per una soluzione Qualcomm (per esempio un prodotto della serie 600 a quattro core) perché più vantaggiosa dal punto di vista dei consumi.

Chip Qualcomm in vista

Sarebbero previsti inoltre uno schermo a risoluzione maggiore rispetto a quella attuale di 1280 x 800 pixel e un design più sottile. L'attuale modello ha uno spessore di 10,45 millimetri e pesa 340 grammi.

L'indicazione sul prezzo è invece una pura speculazione. L'idea dei 149 dollari nasce dal fatto che Amazon ha recentemente negato di avere in programma un nuovo Kindle da 99 dollari perché non è possibile scendere con il costo dell'hardware al di sotto dei livelli attuali. Si dà quindi per scontato che le indiscrezioni riguardanti un Nexus da 99 dollari siano altrettanto irreali. 149 dollari è comunque un passo indietro rispetto ai 199 dollari del precedente modello, ma non tale da produrre in perdita.

###old1862###old

Francamente anche questa idea sembra un po' forzata. In Italia in pochi mesi siamo passati da 249 euro a 199 euro: un salto notevole che probabilmente non giustificherà ulteriori ribassi per un po' di mesi. Anche perché il concorrente da tenere lontano è l'iPad mini che costa più di 300 euro: 199 euro bastano e avanzano per batterlo.