Android

Nokia e Xiaomi, una partnership per conquistare il mercato?

Nokia potrebbe integrare il SoC Surge S1 di Xiaomi nei suoi prossimi smartphone di fascia media. È quanto emerge da un'indiscrezione proveniente dal noto portale di microblogging cinese Weibo. Sembra dunque profilarsi una partnership che potrebbe rivelarsi estremamente strategica nell'ottica di rafforzare le posizioni sul mercato delle rispettive aziende. Una prospettiva che, tra l'altro, abbraccerebbe un'ampia gamma di dispositivi.

Non è la prima volta che fonti cinesi prospettano una collaborazione tra Nokia e Xiaomi. Da tempo infatti si parla della possibilità che la seconda acquisisca alcuni brevetti della prima nella logica di facilitare il proprio ingresso nei mercati occidentali. Una possibilità che, almeno fino a oggi, non si è mai concretizzata.

Nokia surge s1

La fonte cinese riporta un incontro già avvenuto tra le due aziende. Nokia avrebbe in programma di immettere sul mercato nuovi smartphone di fascia media, nei quali integrare il SoC Surge S1, il primo processore proprietario realizzato da Xiaomi, che l'azienda cinese ha utilizzato a bordo del Mi 5C, che tra l'altro può contare su 3 GB di RAM e su un display da 5.15 pollici Full-HD.

Leggi anche: Nokia, rilanciare il brand è una sfida impossibile?

Scendendo nel dettaglio, il SoC Surge S1 è realizzato con un processo produttivo a 28 nm e strutturato con un'architettura octa-core Cortex-A53 in configurazione big.LITTLE, con un cluster ad alta potenza composto da quattro core a 2.2 GHz, ed uno dedicato al risparmio energetico che include quattro core a 1.4 GHz. 

Nokia Surge S1

Una configurazione che ha trovato la dimensione perfetta nel Mi 5C, considerando il prezzo di listino di questo smartphone. Nokia dovrebbe scegliere una piattaforma hardware molto simile per i suoi prossimi dispositivi appartenenti alla fascia media del mercato, e non è escluso che l'accordo possa estendersi anche ad alcune linee produttive.

Leggi: Xiaomi e lo strano caso del calo di vendite

Si tratta però di una strategia a più ampio raggio. Nokia infatti potrebbe sfruttare la capacità produttiva di Xiaomi, la quale a sua volta beneficerebbe dell'azienda finlandese in termini di brevetti e marketing appeal. Un mosaico che consentirebbe alla prima di penetrare più facilmente nel mercato asiatico e alla seconda in quello occidentale.

Nokia Surge S1

I prossimi mesi saranno cruciali in tal senso. Per adesso è assolutamente concreta l'ipotesi che l'azienda finlandese utilizzi a breve il SoC Surge S1, in una sorta di evoluzione del Nokia 3. Questa seconda parte del 2017 chiarirà comunque l'effettiva portata della partnership tra queste due realtà che, pur trovandosi in condizioni di mercato diametralmente opposte, potrebbero mettere in atto una proficua comunione di intenti.

Aggiornamento 5 luglio 2017

Dopo le indiscrezioni delle scorse ore, è appena arrivata l'ufficialità dell'accordo tra Xiaomi e Nokia. Non sono stati rilasciati particolari dettagli, con le aziende che hanno parlato di un generico scambio di brevetti standard per la tecnologia cellulare.

Molto interessanti però le dichiarazioni di Lei Jun, il CEO di Xiaomi:

"La collaborazione con Nokia ci permetterà di sfruttare il suo enorme know-how nella realizzazione delle grandi reti e per quanto riguarda software e nei servizi. Siamo entusiasti di poter lavorare a stretto contatto con Nokia".

Xiaomi Nokia
Lei Jun, CEO Xiaomi

Jun ha dunque citato anche le infrastrutture di rete, un settore nel quale Nokia ha conservato un ruolo importante. Nessuna menzione specifica per quanto riguarda l'utilizzo del SoC Surge S1. È evidente però come la collaborazione tra le due aziende possa diventare sempre più profonda in ottica futura.


Tom's Consiglia

Il Moto G5 Plus è la proposta di Lenovo per la fascia media del mercato smartphone. È caratterizzato da un display Full-HD, 3 GB di RAM e un buon rapporto qualità/prezzo.