Android

Nvidia: fra cinque anni i tablet venderanno più dei PC

L’amministratore delegato di Nvidia ha pronosticato un futuro buio per Intel e per i netbook, e ha precisato che entro cinque anni i tablet venderanno più dei PC. Durante la conferenza in cui Nvidia ha presentato le sue novità al Computex 2011, Huang Jen-Hsun, amministratore delegato della società, non si è lasciato scappare l’occasione per tornare sull’argomento tablet.

Nvidia al Computex

Secondo Jen-Hsun agli utenti non interessa se i loro tablet hanno installato un chip x86 o un ARM, e questo apre un mare di opportunità a Nvidia per rafforzare la sua posizione in questo settore emergente.

Anzi, per dirla tutta il CEO di Nvidia si è detto pessimista riguardo al futuro di Intel, che secondo lui starebbe commettendo un errore nel concentrarsi sui tablet e sugli smartphone, campi in cui non ha prodotti degni della concorrenza. Secondo Jen-Hsun Intel non riuscirà nemmeno a tenersi stretto il primato nell’ambito dei PC, perché i tablet li surclasseranno.

Tirando un bilancio della situazione odierna, il massimo esponente di Nvidia ha confermato di avere aggiunto alla lista dei suoi clienti Asus, Acer e LG Electronics, oltre a Samsung, che per il suo prossimo Galaxy Tab da 10,1 pollici userà Tegra 2. In virtù di queste notizie Jen-Hsun calcola che le spedizioni complessive di Tegra 2 supereranno i 10 milioni di unità entro il primo semestre del 2011.

Le spedizioni di Tegra 2 supereranno i 10 milioni di unità entro il primo semestre del 2011 – clicca per ingrandire

Per aumentare il giro d’affari Nvidia punta tuttavia sul prodotto quad-core che al momento è conosciuto con il nome in codice Kal-El (Tablet Nvidia Android, ecco quanto sono potenti), che dovrebbe fornire prestazioni cinque volte superiori rispetto a quelle di Tegra 2. Se il trend di vendita dei tablet dovesse continuare a salire al ritmo pronosticato dagli esperti di settore, Nvidia si aspetta che gli introiti derivanti da Tegra supereranno quelli delle GPU tradizionali. Sempre che i produttori abbassino i prezzi e che l’ecosistema Android si arricchisca (Nvidia: i tablet Android costano troppo).

Il futuro di Nvidia si chiama Kal-El

L’eloquente Huang ha anche condiviso la sua visione globale del mercato informatico, spiegando che i tablet e i PC hanno ciascuno funzionalità uniche, quindi i notebook tradizionali non sono minacciati dall’avanzata dei tablet. Al contrario, i netbook non dispongono delle piene funzionalità dei pc e non hanno il fattore di forma vincente dei tablet, quindi sono destinati ad essere fortemente penalizzati da questi ultimi.

Huang ha anche dimostrato di condividere la visione di ARM (ARM nel 50 percento dei notebook entro il 2015) affermando che “quanto tutte le applicazioni e i sistemi operativi funzioneranno con l’architettura ARM, i sistemi basati su ARM conquisteranno anche il mercato dei PC”.

La roadmap dei SoC Nvidia

Proprio per questo Nvidia ha già avviato Project Denver, che abbina l’architettura ARM, nota per i bassi consumi, a una GPU Maxwell, attesa nel 2013. Un singolo chip, probabilmente prodotto a 20 nanometri, con una potenza di 14/16 GFlops in doppia precisione per watt (Fusion e Denver guardano alle console del futuro).

Infine, Huang ha ribaditola roadmap di Nvidia: dopo Kal-El, nel 2012 arriverà Wayne, fabbricato a 28 nanometri, quindi Logan nel 2013 e Stark nel 2014. Quest’ultimo dovrebbe essere almeno 75 volte più potente del chip Tegra 2 attuale, ma c’è chi parla anche di 100 volte.