Android

OnePlus 7T svelato: la nostra anteprima

OnePlus 7T è ufficialmente tra noi. Parliamo di uno smartphone che rappresenta – come da tradizione – un miglioramento rispetto al fratello OnePlus 7. Si presenta con una scheda tecnica da vero top di gamma, seppur con qualche rinuncia compensata però da altre caratteristiche degne di nota. La risoluzione dello schermo, per esempio, è ferma a 1.080 x 2.400 pixel ma ha una frequenza di aggiornamento a 90 Hz.

Siamo in compagnia di OnePlus 7T già da qualche giorno e le prime impressioni sono assolutamente positive. Riserveremo il giudizio definitivo alla recensione completa che pubblicheremo nei prossimi giorni. Da un punto di vista prestazionale, lo smartphone non sembra presentare particolari problemi. A bordo troviamo lo Snapdragon 855+ di Qualcomm accoppiato a 8 Gigabyte di RAM e 128 o 256 Gigabyte di memoria interna, come sempre non espandibile.

In linea generale, OnePlus 7T è sembrato quasi sempre rapido e scattante anche se – in alcuni casi –c’è stato qualche intoppo. La stabilità verrà sicuramente migliorata con gli aggiornamenti che l’azienda sta già cominciando a rilasciare. Le aspettative per l’utilizzo quotidiano restano comunque alte. A non appesantire molto la piattaforma hardware, ci pensa poi la parte software.

A tal proposito, bisogna fare una menzione di merito. OnePlus non solo sta fornendo il suo ultimo smartphone con già a bordo Android 10, ma ha già cominciato a rilasciare l’aggiornamento per i suoi attuali top di gamma OnePlus 7 e OnePlus 7 Pro. Come dicevamo, la fluidità dello smartphone è garantita anche dalla poca personalizzazione fatta dalla OxygenOS che offre un’esperienza molto simile a quella stock del robottino verde. Si tratta, inoltre, di una soluzione che porta dei vantaggi anche sul fronte autonomia.

La batteria è da 3.800 mAh con supporto alla ricarica rapida Warp Charge 30T che assicura una carica fino al 70% in soli 30 minuti. È ancora troppo presto per poter esprimere un giudizio sull’autonomia, ma le premesse per far bene ci sono tutte.

Da un punto di vista estetico, la grande differenza con OnePlus 7 è il posizionamento del comparto fotografico posteriore. Sul retro, ci sono tre fotocamere: il sensore principale da 48 MP (OIS e apertura f/1.6) è accoppiato a un grandangolare da 16 MP (f/2.2) e a un teleobiettivo da 12 MP (f/2.2). I tre sensori sono disposti in orizzontale all’interno di un cerchio che ospita anche il flash LED. La sporgenza del modulo fotografico viene attenuata dalla custodia fornita in confezione.

Per quanto riguarda la qualità degli scatti, il livello sembra essere lo stesso di OnePlus 7. Anche in questo caso, ci riserviamo di ritornare sull’argomento in sede di recensione ma l’impressione è che l’azienda cinese abbia ancora da lavorare sulla resa in notturna. Nel frattempo, abbiamo inserito qualche scatto realizzato in questi primissimi giorni.

Il pannello posteriore è realizzato in vetro. La colorazione Glacier Blue in nostro possesso è molto carina anche se trattiene un po’ troppo le impronte digitali. C’è anche la colorazione Frosted Silver. La parte frontale, invece, è dominata da un pannello Fluid AMOLED da 6,55 pollici interrotto da un notch a goccia che ospita la fotocamera frontale da 16 MP (f/2.0). Il rapporto di forma è di 20:9, quindi si presenta con una forma un po’ più allungata. Lo schermo sembra avere una buona resa e una buona visibilità all’aperto.

Il sensore biometrico per le impronte digitali è integrato direttamente sotto lo schermo e risulta abbastanza scattante, così come il riconoscimento del volto. L’audio stereo è fornito dalla capsula auricolare e dall’altoparlante inferiore. La qualità sembra ottima. I pulsanti laterali di accensione e di volume sono raggiungibili, ma lo smartphone in mano risulta un po’ pesante ed è difficile – per chi ha una mano di piccole dimensioni – raggiungere le estremità.

Infine, non mancano NFC e supporto Dual-SIM, mentre dovremo rassegnarci all’assenza del jack audio da 3,5 mm. Inoltre, a differenza della generazione precedente, questa volta OnePlus non ha incluso in confezione l’apposito adattatore. Manca qualsiasi certificazione di impermeabilità.

Per quanto riguarda i prezzi e le disponibilità, attendiamo informazioni ufficiali da parte dell’azienda.

OnePlus 7 Pro è disponibile all’acquisto su Amazon a 729 euro. Lo trovate a questo link.