Android

Opera Ice: un nuovo browser WebKit per Android e iOS

Opera Software presenterà Opera Ice a febbraio, un nuovo browser dedicato a tablet e smartphone Android e iOS. L'azienda norvegese vuole continuare a essere protagonista nel settore mobile, ambito in cui gode di maggiore successo rispetto ai computer.

Opera Ice non sarà basato su Presto, il cuore del browser dai tempi di Opera 7, bensì su WebKit come Google Chrome o Apple Safari. D'altronde come abbiamo visto anche in un recente articolo dedicato ai browser su iOS, la casa di Cupertino "impone che tutti i browser usino i motori predefiniti, ma riserva per sé l'accesso al più recente motore JavaScript Nitro e lascia agli altri la vecchia versione".

La grande novità di questo browser è, come vedete nel video, la rimozione di tutti i pulsanti e l'uso dei gesti per navigare. "Si tratta di una soluzione full touch e dedicata ai tablet", ha dichiarato un product manager. "La maggior parte degli sviluppatori prende un browser per PC e lo adatta ai tablet, o prende un browser dedicato agli smartphone e lo modifica per riempire lo spazio maggiore".

Opera ha scelto invece una strada differente. Le schede saranno rimpiazzate da icone su una homepage, mentre le nuove pagine saranno disponibili attraverso la ricerca o scrivendo un indirizzo. Se gli utenti vogliono inserire una pagina nei preferiti possono fare un tap su una parte dello schermo. I siti pericolosi saranno segnalati da un avvertimento, e sarà impedito l'accesso diretto.

"Abbiamo bisogno di entrare in una nuova fase e puntare su determinate aree per assicurarci una crescita costante", ha dichiarato all'amministratore delegato Lars Boilesen. "Dobbiamo concentrarci sullo sviluppo di prodotti eccellenti su iOS e Android", ha aggiunto il CEO ricordando che si tratta delle piattaforme principali nel settore mobile.

Ne deriva che l'impegno sarà nullo o limitato sulle altre piattaforme, da Windows Phone a Blackberry 10, fino a Firefox OS, Tizen e l'outsider Jolla. Boilesen, in particolare, ha dichiarato che non esclude l'arrivo di Ice su Windows Phone, ma non sarà una priorità fino a quando le vendite dei terminali con sistema operativo Microsoft non inizieranno a decollare.

Poiché queste parole sono state pronunciate durante un meeting a porte chiuse tenutosi prima di Natale, chissà oggi che ne pensa l'amministratore delegato delle vendite dei Nokia Lumia, 4,4 milioni nell'ultimo trimestre del 2012. Probabilmente sono ancora poche per convincere Opera Software a impegnarsi concretamente su Windows Phone, ma mai dire mai.

L'azienda continuerà inoltre ad aggiornare e distribuire Opera mini, una soluzione che Boilesen definisce "super importante" e che permette di attirare e fidelizzare utenti, in modo che questi passando agli smartphone scelgano le altre proposte della casa norvegese. Infine, la software house ha confermato che in marzo arriverà una nuova versione del browser dedicato ai computer.