Tom's Hardware Italia
Android

Oppo Find X, ecco com’è fatto il meccanismo a scomparsa

Il portale cinese MyfixGuide ha smontato completamente Oppo Find X, nuovo smartphone top di gamma Android che abbiamo avuto modo di raccontarvi nella nostra anteprima. La particolarità di questo dispositivo è rappresentato dalle fotocamere a scomparsa, mosse da un meccanismo motorizza. Una componente che ha inevitabilmente suscitato tanta curiosità, soprattutto in merito al suo funzionamento. L'analisi […]

Il portale cinese MyfixGuide ha smontato completamente Oppo Find X, nuovo smartphone top di gamma Android che abbiamo avuto modo di raccontarvi nella nostra anteprima. La particolarità di questo dispositivo è rappresentato dalle fotocamere a scomparsa, mosse da un meccanismo motorizza. Una componente che ha inevitabilmente suscitato tanta curiosità, soprattutto in merito al suo funzionamento.

L'analisi di MyFixGuide ha evidenziato la presenza di un vero e proprio motorino che alimenta una struttura periscopica a doppio binario. Questo consento, fisicamente, di spingere e ritirare la parte superiore dello smartphone, a seconda delle esigenze. È in questa maniera che opera il meccansimo alla base delle fotocamere a scomparsa di Oppo Find X, anche grazie alla presenza di un cuscinetto posizionato per limitare l'attrito e ottenere un movimento fluido.

777186

Tuttavia, non sono solo le fotocamere a scorrimento a caratterizzare Oppo Find X. Lo smartphone integra infatti anche un complicato set di sensori -infrarossi, prossimità, proiettore di punti – in grado di rendere il riconoscimento facciale molto simile al Face ID di iPhone X. Una funzionalità che andrà inevitabilmente testata nell'utilizzo quotidiano.

Leggi anche: Oppo Find X stupisce, fotocamere a scomparsa e tanta potenza

Più comune la configurazione della dual-camera posteriore, dotata di un sensore principale Sony IMX519 da 16MP con stabilizzazione ottica dell'immagine e supporto RAW HDR, accoppiato a un secondo sensore da 20 MP. I primi scatti realizzati da Oppo Find X ci sono sembrati comunque molto convincenti, ma attendiamo ovviamente la recensione completa prima di esprimere un giudizio definitivo.

777180
777178

In ogni caso, la qualità costruttiva di Oppo Find X sembra confermare come l'azienda cinese sia riuscita a trovare una valida alternativa al notch, realizzando uno smartphone in grado di differenziarsi dai diretti concorrenti. Resta da capire quella che sarà l'immediatezza o meno di utilizzo del meccanismo motorizzato, senza dimenticare la sua resistenza nel tempo.


Tom's Consiglia

Xiaomi Mi A1 è uno smartphone caratterizzato da un ottimo rapporto qualità/prezzo. Integra 4 GB di RAM e una dual-camera posteriore, e può essere acquistato attraverso Amazon a meno di 200 euro.