Tom's Hardware Italia
Android

Perché Samsung dovrebbe comprare BlackBerry

Samsung non compra BlackBerry, almeno per ora, ma ci sarebbero degli ottimi motivi per i quali avrebbe senso farlo. Eccoli, insieme alla sintesi di una nottata di voci di corridoio e smentite.

La notizia è stata smentita, ma in poche ore ha avuto gli effetti di un terremoto. Stando alle fonti dell'agenzia Reuters, di solito più che affidabile, Samsung avrebbe messo sul piatto un'offerta di 7,5 miliardi di dollari per l'acquisto di BlackBerry. Un massimo di 15,49 dollari per azione, ossia oltre il 60% in più del prezzo di negoziazione delle azioni BlackBerry. Gli investitori hanno fiutato l'affare e le azioni dell'azienda canadese hanno guadagnato quasi il 30% in Borsa in poche ore.

Il sogno è durato poco perché nella notte italiana è arrivata la smentita: BlackBerry ha pubblicato la nota ufficiale "BlackBerry non è in contrattazione con Samsung per nessuna eventuale offerta di acquisto", e a ruota anche Samsung ha negato bollando l'indiscrezione come "infondata". Una doccia fredda, che ha fatto crollare le azioni BlackBerry del 16% nella sessione After Hour.      

blackberry

Finanza a parte il punto è che la notizia era più che credibile perché Samsung avrebbe in effetti più di un motivo per voler mettere le mani su BlackBerry. Il primo produttore mondiale di smartphone ha registrato un utile operativo in crollo di quasi il 60 percento, il quarto di fila dopo anni di successi.

Per compensare al calo delle vendite il colosso sudcoreano ha bisogno di crescere nell'ambito dei software e servizi enterprise, che gli aprirebbero le porte delle aziende governative, del settore sanitario, bancario e potrebbero darle una chance come fornitore delle grandi aziende. BlackBerry nonostante tutti i problemi economici è leader nei software e servizi enterprise. E ha molti preziosi clienti che potrebbero essere ereditati con un'acquisizione.

In seconda istanza non è da dimenticare che BlackBerry possiede un portafoglio di brevetti di grande valore, che potrebbe tornare utile sia per migliorare i prodotti Samsung, sia per chiudere qualcuna delle numerose cause legali in cui è invischiata.

Blackberry Q10 Blackberry Q10
BlackBerry Curve 9320 BlackBerry Curve 9320
BlackBerry Passport BlackBerry Passport
Samsung G3500 Samsung G3500
Samsung I9301 Galaxy S III Neo Samsung I9301 Galaxy S III Neo
Samsung Galaxy S5 Samsung Galaxy S5

Il terzo buon motivo è che Samsung ha bisogno di un sistema operativo diverso da Android per impedire di essere totalmente dipendente Google. Ha annunciato Tizen ed è dei giorni scorsi la notizia che aumenterà, con tutta probabilità, il numero dei prodotti con Windows Phone. QNX di BlackBerry però è un sistema valido, compatibile con smartphone, tablet e con Android, che ha un peso anche nell'ambito dell'infotaiment per auto, nelle soluzioni di domotica, nei droni, negli impianti nucleari, nelle applicazioni in uso nelle centrali elettriche e molto altro. Insomma si porta dietro opportunità vastissime.

Secondo Bloomberg tuttavia è il quarto motivo quello più importante per Samsung: la sicurezza, che costituisce la vera porta d'entrata verso il mercato enterprise che conta. Samsung sta provando a convincere le grandi aziende con la sua piattaforma di sicurezza mobile, denominata KNOX, una soluzione che permette di gestire smartphone e tablet aziendali proprio con il sistema di Enterprise Mobility Management (EMM) BES12 di BlackBerry. Però la sicurezza resta un punto debole di Samsung, e proprio KNOX qualche mese fa è finito nella bufera per una falla. Resta poi il fatto che Android non si porta dietro una buona fama in tema di sicurezza, mentre BlackBerry è sempre stata relativamente inattaccabile su questo punto, tanto che il settore militare ci si affida tuttora.

Azioni BlackBerry ieri

Azioni BlackBerry ieri

Un'eventuale acquisizione di BlackBerry avrebbe comportato per Samsung anche dei rischi. Secondo alcuni analisti la transazione di clienti e servizi non sarebbe così facile, perché significherebbe far sottoscrivere nuovi contratti e concordare nuove tariffe, in un momento in cui la concorrenza delle aziende telefoniche e il patto di ferro fra Apple e IBM sono ostacoli sempre più concreti. Come vedete i motivi per i quali l'offerta Samsung sarebbe stata credibile sono tanti e di grande peso, abbastanza da giustificare una proposta economica tremendamente alta.