Android

Pixel 4: ci risiamo, il tallone di Achille è il display

Da quando sono arrivati sul mercato, i possessori di Pixel 4 e Pixel 4 XL hanno iniziato ad avere dei problemi legati al display.

Chi più chi meno si è trovato a fare i conti con un componente essenziale del telefono che, nel giro di poco tempo e senza colpa dell’utente, si “danneggiava” prematuramente.

Pixel 4

Durante il corso del 2019 Pixel 4 ha passato in rassegna problemi al display molto preoccupanti che partivano da pannelli che tendevano al verde con poca luce, arrivando a veri e propri aloni che si presentavano in particolari condizioni di resa cromatica delle immagini visualizzate.

Nel tempo Google ha cercato di correggere il problema, intervenendo sia in maniera software con dei Fix sia in maniera hardware ricorrendo alla sostituzione dell’intero smartphone qualora fosse in garanzia.

Poteva essere finita qui? Assolutamente no. Attualmente Google sta seguendo la sequenza nel rilasciare le varie Beta di Android fino ad arrivare a quella definitiva che sarà la base ufficiale del prossimo Android 11. In questo momento i Pixel possono eseguire Android 11 Beta 2 e, tra una serie di miglioramenti e fix, riesuma dei problemi legati al display proprio nei Pixel 4.

Il problema è uno sfarfallio costante nei peggiori casi, nei migliori appare e scompare. Pare essere derivato da un conflitto tra i comandi del Kernel e la frequenza di aggiornamento che, su Pixel 4 arriva a 90 Hz. Il problema peggiora ulteriormente se impostiamo il tema nero sul telefono e le applicazioni utilizzano un grigio scuro piuttosto che il nero assoluto, come WhatsApp ad esempio.

Infine, per la serie che non c’è mai fine al peggio, alcuni utenti affermano di avere anche il problema che Google aveva già fixato alcuni mesi fa, quello di cui parlavamo prima: il fastidioso alone verde in basse condizioni di luce.

Se volete uno smartphone Android One sempre aggiornato e dalle ottime prestazioni, questo è Motorola One Vision. Potete trovarlo qui a meno di 200 euro.