Tom's Hardware Italia
Apple

Qualcomm: l’A7 di Apple è solo marketing, inutile in pratica

Un dirigente di Qualcomm si è scagliato contro il SoC a 64 bit di Apple. Critica giusta o invidia?

Secondo Qualcomm l'A7 di Apple serve solo a fare marketing. Il SoC a 64 bit dell'iPhone 5S (Recensione iPhone 5S, potenza da vendere e impronte digitali) è infatti sostanzialmente inutile in uno smartphone odierno, e la sua presenza servirebbe solo come specchietto per le allodole.

In effetti anche noi ci siamo domandati se si tratti solo di marketing o anche di vere prestazioni, ma porsi una domanda come giornalisti e consumatori è diverso da affermare con certezza che si tratta di "fuffa", soprattutto se a farlo è un diretto concorrente o quasi.

Anand Chandrasekher 

"So che c'è molto rumore riguardo a ciò che ha fatto Apple con l'A7", ha infatti detto Anand Chandrasekher (vice presidente e direttore del marketing di Qualcomm, ex guru Intel). "Credo che sia marketing. Non c'è alcun beneficio per i consumatori".

In effetti l'aspetto più interessante di un chip a 64 bit è la possibilità di gestire oltre 4 GB di memoria, ma sembra del tutto superfluo considerando che l'iPhone 5S ne ha solo uno, e che in generale tablet e smartphone oggi non vanno oltre i due gigabyte. Da questo punto di vista non si può dare torto a Qualcomm.

Sì, è vero che oggi come oggi un SoC a 64 bit ha un'utilità discutibile, ma lo è anche il fatto che il software si evolve velocemente e presto le applicazioni per iPhone – almeno alcune – potrebbero cominciare a sfruttare le capacità dell'A7. Soprattutto però è vero che Apple ha semplicemente anticipato gli altri, ma presto tutti i produttori di SoC ARM faranno lo stesso.

Apple A7

Sappiamo infatti anche che Nvidia e Samsung presto faranno la stessa cosa (Samsung Galaxy 5 e Note 4 con chip a 64 bit? È possibile), partendo dall'architettura che ARM ha cominciato a sviluppare nel 2010 – per i server. Anche in quel caso Qualcomm liquiderà tutto allo stesso modo?

A pensar male, sembrerebbe che a Qualcomm bruci l'essere stata anticipata sul suo stesso campo da gioco. Dovremo aspettare che siano loro stessi a realizzare un chip a 64 bit prima di poter dire che si tratta di un vero avanzamento? Qualcomm lo farà perché "dal punto di vista dell'efficienza ha senso farlo. I creatori di sistemi operativi prima o poi lo vorranno", ha infatti detto Chandrasekher. Ma non saranno i consumatori a creare questa domanda, secondo il dirigente.

Quindi, l'A7 di Apple è solo marketing, ma un SoC a 64 bit è una scelta sensata perché i sistemi operativi ne avranno bisogno. Forse se Apple avesse introdotto l'A7, ma evitato di dirlo, anche il reparto marketing di Qualcomm sarebbe stato contento. Poi, quando tra un annetto vedremo uno Snapdragon a 64 bit, sarebbe utile per Qualcomm se tutti dimenticassero queste dichiarazioni. Tutto chiaro no?