Tom's Hardware Italia
Android

Qualcomm Snapdragon 800 e 600: potenza impressionante

I chip per smartphone di fascia alta e tablet Qualcomm Snapdragon 800 e 600 promettono prestazioni da urlo grazie a una CPU quad-core a 28 nanometri e GPU Adreno 330 e 320.

Snapdragon 800 e 600 sono le due grandi novità di Qualcomm presentate in queste ore al CES di Las Vegas. Basati rispettivamente sulle architetture Krait 400 e Krait 300, questi system on chip per smartphone e tablet sono prodotti entrambi da TSMC con processo a 28 nanometri. Nel primo caso si tratta della variante HPm (High-K + Metal Gate, pensata per ridurre i consumi durante le prestazioni di picco), mentre nel secondo di quella LP (a basso consumo).

Il sito Anandtech afferma che l'architettura Krait 300 ha guadagnato un hardware data prefetcher che estrae dati preventivamente dalla memoria principale e li inserisce nella cache L2. Questa operazione dovrebbe velocizzare ulteriormente la gestione delle operazioni. Qualcomm ha anche incrementato l'IPC (istruzioni gestite per ciclo di clock) con carichi single thread grazie a un miglioramento della branch prediction. I colleghi indicano inoltre la capacità di eseguire più istruzioni attraverso l'Out of Order Execution Engine (OoOE) e superiori prestazioni in virgola mobile e JavaScript.

All'interno delle soluzioni Snapdragon 600, attualmente disponibili in forma di sample e in arrivo su prodotti commerciali nel secondo trimestre dell'anno, troviamo una CPU quad-core con una frequenza fino a 1.9 GHz. C'è anche una GPU Adreno 320, che secondo l'azienda ha prestazioni tre volte maggiori rispetto al modello 225 ed è compatibile con le nuove API come OpenGL ES 3.0 , OpenCL e Renderscript Compute. Presente anche il supporto LPDDR3 (Low Power Double Data Rate 3).

La gamma Snapdragon 600, secondo Qualcomm, offre fino al 40% in più di prestazioni rispetto allo Snapdragon S4 Pro, un system on chip a cui abbiamo dedicato un approfondimento a questo indirizzo. La serie Snapdragon 800 è ancora più prestante perché stando all'azienda offre fino al 75% di prestazioni in più rispetto all'S4 Pro.

Il dato è figlio di specifiche tecniche impressionanti, frutto del lavoro svolto sull'architettura Krait 400, che offre tutti i miglioramenti di Krait 300 oltre a una minore latenza verso la memoria principale e una cache L2 più veloce. Anche in questo caso abbiamo una CPU quad-core, che tuttavia può raggiungere una frequenza fino a 2.3 GHz (per core). La GPU si chiama Adreno 330, supporta la tecnologia Flex Render Technology e dovrebbe assicurare prestazioni due volte maggiori rispetto all'Adreno 320.

Il SoC supporta LPDDR3 a 800 MHz (2 x 32bit), connettività 4G LTE Cat 4 e 802.11ac e permette di riprendere, visualizzare e riprodurre filmati in UltraHD, nome dato alla risoluzione 4096 x 2304 pixel (4K). Non manca il supporto audio HD – più nello specifico DTS-HD, Dolby Digital Plus e 7.1 surround – e un Dual Image Signal Processor (ISP) fino a 55MP con supporto a quattro fotocamere per scatti 3D e altro, tra cui la cattura di video a 1080p e 30 fps.

Secondo Qualcomm vedremo le soluzioni Snapdragon 800 non solo in smartphone e tablet, ma anche Smart TV e "Digital media adapter". Al pari della serie 600, anche le proposte Snapdragon 800 sono già disponibili sotto forma di sample, mentre i primi dispositivi commerciali sono previsti per metà 2013. Come avrete già intuito, l'azienda ha abbandonato la vecchia nomenclatura Snapdragon S1, S2, S3, S4 in favore di tre cifre numeriche, passando così ai nomi Snapdragon 200, 400, 600 e 800.